Imprenditore vittima di usura, Raffaella Delpoio: "Vincere si può, non abbiate paura a denunciare"

Dopo il caso del commercialista accusato di usura Parmatoday ha intervistato la donna vittima di usura che ora sta cercando di aiutare altre vittime come lei

A Parma si torna a parlare di usura. Dopo l'inchiesta della Guardia di Finanza di Fidenza che ha scoperchiato un sistema criminale che, secondo l'accusa, avrebbe permesso ad un imprenditore e a sei professionisti di avere vantaggi economici e fiscali utilizzando il sistema delle finte malattie e dei falsi contratti di solidarietà, il termine usura è tornato d'attualità. Nella vita quotidiana di diversi imprenditori purtroppo il sistema dei tassi d'interesse stratosferici non è così raro. Abbiamo chiesto a Raffaela Depoio, vittima di usura, della quale vi abbiamo raccontato la storia qualche settimana fa, di commentare questo il episodio, che ha visto coinvolto un commercialista di Parma che, secondo gli inquirenti, avrebbe applicato un tasso d'interesse di oltre il 117%. 

"Vergognoso, uso il termine vergognoso -dichiara Raffaella Delpoio- per non usarne uno peggiore, e il mio sfogo diventi denuncia a mio sfavore, si perchè a urlare le verità si diventa denunciabili, fermare chi dice il vero è la priorià di questa vita. Vergognoso, che un commercialista diventi l'usuraio del suo cliente. Vergogno proprio perchè, esperienza insegna, la prima persona consapevole che un imprenditore è sotto usura, è il commercialista, molto spesso, troppo spesso. Leggere questo articolo dell' inchiesta " Paga Globale", della Guardia di Finanza, che ha portato all'arresto di ben sette persone, tra cui un imprenditore e ben sei consulenti, mi fa pensare che troppo spesso, la crisi che viviamo in questi anni sia portata anche da situazioni usuraie che le persone hanno paura di denunciare. Sono vittima di usura e ne conosco ogni passaggio e ogni sfaccettatura e ogni volta rivivo un qualcosa che mi ha colpito e lasciato piaghe indelebili, per questo ho deciso di non tacere ma di raccontare e spiegare alle vittime di denunciare sempre". 

Raffaella Delpoio, che è stata per anni vittima dello stesso sistema conosce bene l'angosciante mondo dell'usura e degli usurai. "Questo commercialista che fa il buon salvatore e presta al suo cliente 10.000 euro per chiedere due assegni di euro 6100 l'uno con scadenza gennaio / febbraio, applicando un tasso di interesse annuo  del 117,80%, sapeva benissimo che avrebbe messo in ulteriore difficoltà la sua preda, perchè parliamoci chiaro, se uno chiede 10.000 euro, di certo non riesce a renderne 12,200 in due mesi. Questa è l'usura, mettere in difficoltà per aiutare ancora e reperire credito esigibile, con assegni, cambiali, scritti, titoli esigibili, titoli pignorabili. e

"Vorrei fare un appello- prosegue Raffaella-  alla categoria dei commercialisti, dei sindacati e di chi gestisce le contabilità degli imprenditori, voi spesso lo sapete perchè le vttime che finisco nel giro dell'usura, è proprio con voi che si confidano, quando disperati non ce la fanno più, quando hanno paura, quando vengono minacciati, quando la fiscalità fa acqua e il giro dei soldi non ha più un senso e allora siete i primi a dover aiutare queste persone a denunciare".

"Ancora una volta, oggi, mi sento di ringraziare il Comando Provinciale di Parma e tutta la Guardia di Finanza per il lavoro svolto e per aver salvato una vittima da questo subdolo reato, un indagine durata anni, in cui giorno dopo giorno, a un tassello per volta ha portato la verità alla luce.

Le persone, troppo spesso hanno paura della Guardia di Finanza, gli stessi usurai, mettono paura alle vittime con frasi vergognose e intimidatorie, e il mio grido è sempre lo stesso, quelle divise, sono li per noi, a nostra tutela, chiedono solo che venga detta la verità, quella verità che comunque loro conoscono già.

In una Parma che si vanta di un Prefetto Illlustrissimo Giuseppe Forlani, che ha appena invitato in un suo convegno il Commissario Straordinario Antiracket e Usura Illustrissimo Prefetto Domenico Cuttaio, a dimostrazione di essere all altezza di gestire questo problema, non si deve aver paura a denunciare, e gli studi commercialistici, non devono aver timore a segnalare le situazioni anomale a tutela dell'imprenditore che è finito sotto le grinfie dell'usuraio.

Rimango sempre a disposizione di tutti, mentre sto finendo di creare la mia associazione Antiusura, che starà vicino a chi avrà bisogno di consigli, abbraccio questa vittima chiendole di aver fiducia nelle istituzioni perchè vincere l'usura si può, vincere l'usura si deve". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Castione Marchesi: muore un bimbo di tre anni

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Morte del piccolo Aurelio: "Il quartiere è dilaniato dal dolore e si stringe intorno ai genitori"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Aeroporto, il presidente di Sogeap: "Ecco quali saranno le nuove tratte"

Torna su
ParmaToday è in caricamento