Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Crisi e poca neve: tanti parmigiani rinunciano alle vacanze fuori porta

Calo di prenotazioni per viaggi sotto le feste. Folgaria, Madonna di Campiglio e Marilleva le prescelte per la settimana bianca. In tanti per risparmiare pensano a gite in giornata a Andalo e Fai della Paganella

Per effetto della crisi è in calo il numero di parmigiani che quest'anno si concederà un viaggio per le vacanze di Natale e Capodanno. Secondo quanto riferito da un'agenzia viaggi dell'Oltretorrente, in particolar modo nell'ultimo mese sono calate notevolmente le prenotazioni rispetto agli scorsi anni, anche se c'è chi, già dai mesi di giugno e luglio, ha scelto di prenotare in anticipo viaggi con pacchetto completo per mete esotiche come Santo Domingo e Cuba.

Attende la neve la maggior parte degli intervistati, per concedersi, passato il Natale, una settimana bianca o almeno qualche giorno sulle piste. Dai commenti raccolti, Folgaria sembra essere tra le mete maggiormente gettonate sia per le famiglie che per gruppi di amici. "Le piste non sono un granchè –  ammette una coppia – ma il vantaggio è la vicinanza". Nella speranza di piste innevate, secondo i commenti raccolti tra le altre mete ad andare per la maggiore per chi può concedersi qualche giorno lontano da Parma, spiccano Madonna di Campiglio e Marilleva, dove si affittano appartamenti di settimana in settimana.

Tra i giovani qualche commento negativo per la rimozione proprio a ridosso del periodo festivo, di alcuni voli da Parma. "Perchè non hanno aspettato il passare delle feste per togliere il volo per Parigi?" commenta un ragazzo. Chi non ha possibilità di concedersi una settimana bianca perchè dispendiosa sceglie destinazioni vicine: "Andiamo in giornata a Andalo per S. Stefano, è vicino, quest'anno non possiamo concederci di più". Secondo i commenti raccolti, un'altra meta gettonata per le gite in giornata è Fai della Paganella. "La crisi si sente – commenta amaramente una donna  –, in questa incertezza c'è poca voglia di andare a fare  vacanza. Preferisco rinunciare a queste cose che certo non sono indispensabili".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi e poca neve: tanti parmigiani rinunciano alle vacanze fuori porta

ParmaToday è in caricamento