Cronaca

Vaccini, in arrivo più di 13.000 dosi a Parma

Sono 10.800 di AstraZeneca e 2.500 di J&J

Sono diretti a Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Imola, Pievesestina (FC) e Lagosanto (FE) - i furgoni SDA, corriere di Poste Italiane che, in collaborazione con l’Esercito Italiano (che raggiungerà con i suoi mezzi l’Ospedale Maggiore di Bologna), consegneranno altre 105.600 dosi complessive del vaccino Vaxzevria (AstraZeneca) e 24.400 di Jenssen (Johnson&Johnson). Nella giornata di domani (4 giugno), alcuni mezzi speciali, attrezzati con celle frigorifere, prenderanno in carico le scatole contenenti le due tipologie di vaccini, per raggiungere le loro destinazioni finali presso le seguenti sedi di ricezione e conservazione dei quantitativi di dosi previste: Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza (6.700 AstraZeneca e 1.550 J&J); Ausl Bologna Ospedale Maggiore (20.900 AstraZeneca e 4.850 J&J); Aou Parma Ospedale Maggiore (10.800 AstraZeneca e 2.500 J&J); Ausl/Irccs Santa Maria Nuova Reggio Emilia (12.700 AstraZeneca e 2.950 J&J); Ausl/Aou Modena (16.800 AstraZeneca e 3.900 J&J); Ausl Imola Ospedale Civile Vecchio (3.100 AstraZeneca e 700 J&J); Magazzino unico Ausl Romagna di Pievesestina (26.500 AstraZeneca e 6.100 J&J) e Ausl Ferrara Ospedale del Delta di Lagosanto (8.100 AstraZeneca e 1.850 J&J). «Sono particolarmente orgoglioso della nostra collaborazione con l’Esercito Italiano nell'ambito del? ?piano di somministrazione nazionale dei vaccini». Lo?afferma Matteo Del Fante, AD e Direttore Generale di Poste Italiane, commentando il ruolo del gruppo in questa fase difficile. «Mentre continuiamo ad avanzare rispetto ai nostri obiettivi strategici, crescendo in aree chiave e accelerando la nostra trasformazione digitale, siamo anche consapevoli - aggiunge -? del fatto che il nostro successo non è soltanto misurato dalla?performance finanziaria, ma anche da come agiamo in modo responsabile?al servizio del Paese».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, in arrivo più di 13.000 dosi a Parma

ParmaToday è in caricamento