menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino influenzale: muore un 80enne a 48 ore dall'assunzione

Dopo i casi di morte in altre città italiane ci sarebbe un caso di morte sospetta anche nella nostra città, un 80enne affetto da una grave patologia cronica deceduto dopo 48 ore dall'assunzione del vaccino

Vaccini influenzali. Dopo i cinque casi di morte sospetta, una 87enne e 68enne di Siracusa, una 79enne di Termoli, una donna di 82 anni di Carpignano Salentino e un anziano di Prato ci sarebbe un caso di morte sospetta anche nella nostra città: le autorità starebbero conducendo accertamenti sanitari rispetto alla morte di un 80enne di Parma, che potrebbe essere stata causata dal vaccino della Novartis ritirato dal commercio. L'anziano, affetto da una patologia cronica, è deceduto nell'arco delle 48 ore dopo l'assunzione del farmaco In un comunicato di poche ore la Regione Emilia-Romagna ha garantito che nessun vaccino dei lotti ritirati è stato distribuito e utilizzato sul territorio regionale. 

IL COMUNICATO DELLA REGIONE. "In Emilia-Romagna i lotti del vaccino antinfluenzale ritirati dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) non sono distribuiti e utilizzati. Nessuno è stato dunque vaccinato con i lotti 142701 e 143301 del vaccino Fluad della Novartis. Lo comunica l’assessorato alle Politiche per la salute della Regione, precisando che la vaccinazione in Emilia-Romagna prosegue, che è gratuita, e ha l’obiettivo di proteggere dalle gravi complicanze i cittadini più a rischio, in particolare adulti e bambini con malattie croniche e persone anziane a partire dai 65 anni. Finora, dall’inizio della campagna, sono state vaccinate in tutta la regione 390.000 persone". 

LA SITUAZIONE IN ITALIA

L'AIFA: "NESSUNA CONTAMINAZIONE" -  "Dalle prime analisi che stanno arrivando non abbiamo la dimostrazione che i lotti siano contaminati o che sia successo qualcosa nel processo di produzione". Lo ha detto a SkyTg24 il direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco Luca Pani sulle morti sospette dovute al vaccino contro l'influenza. I due lotti bloccati dall'Aifa, ha ricordato Pani, "non sono andati in nessuna farmacia territoriale: sono stati distribuiti solo alle Asl di alcune regioni, non tutte. Nessun cittadino ha comprato questi lotti in farmacia", ha concluso.“

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento