rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Vende felpe e magliette Supreme 'taroccate' in un negozio del centro: denunciato per frode in commercio

La guardia di finanza ha sequestrato 400 tra magliette e pantaloni, sui quali era stato apposto indebitamente il noto marchio di streetstyle

I militari della Guardia di Finanza di Parma hanno trovato e sequestrato 400 capi di abbigliamento irregolari (felpe, magliette e pantaloni) in vendita presso un esercizio commerciale del centro città. Nel corso del controllo, i militari hanno in effetti rilevato che un noto marchio di streetstyle, molto popolare tra i giovani, era stato indebitamente apposto su numerosi articoli similari a quelli effettivamente prodotti dalla società autorizzata, tanto da poter, a tutti gli effetti, confondere gli acquirenti, ignari di trovarsi di fronte a capi non originali. Il titolare del pubblico esercizio è stato segnalato alla Autorità Giudiziaria di Parma per il reato di frode in commercio, per avere posto in vendita prodotti recanti marchi esteri atti ad indurre in inganno il compratore sull’origine del prodotto. L’operazione si inserisce nell’ambito del costante impegno del Corpo ai fini della tutela del mercato, a garanzia sia dei consumatori, per la salvaguardia della genuinità, della sicurezza e dell’affidabilità degli articoli acquistati, sia dei produttori e dei commercianti, per il leale e corretto svolgimento di tali attività, nel pieno rispetto delle norme sulla libera concorrenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vende felpe e magliette Supreme 'taroccate' in un negozio del centro: denunciato per frode in commercio

ParmaToday è in caricamento