Cronaca

Vendeva funghi porcini importati dalla Bulgaria come se fossero 'Mady in Italy': denunciato 32enne di Borgotaro

Il titolare di un'azienda è stato segnalato alla Procura: i carabinieri hanno sequestrato 50 confezioni di funghi porcini secchi per un valore di 20 mila euro

Faceva arrivare i funghi porcini dalla Bulgaria e poi li commercializzava come se fossero italiani, all'interno di sacchetti con la bandiera italiana e la dicitura Made in Italy. Un 32enne di Borgotaro, titolare di un'azienda che si occupa della commercializzazione dei funghi porcini,  è stato denunciato per vendita di prodotti industriali con segni mendaci e protezione 'Made in Italy'.

I carabinieri della compagnia di Borgo Val di Taro, insieme ai colleghi del Reparto Carabinieri Tutela Agroalimentare di Parma, hanno sequestrato preventivamente all'azienda intestata al giovane 50 confezioni di funghi porcini secchi - per un peso complessivo di 600 grammi e un valore di 20 mila euro. Il sequestro ha riguardato anche 190 sacchetti per il confezionamento con la bandiera italiana la scritta 'Made in Italy'. 

Le indagini dei militari hanno accertato che, nel corso degli anni 2019 e 2020, l'azienda di Borgotaro ha commercializzato esclusivamente funghi porcini provenienti dalla Bulgaria. I prodotti sequestrati sono stati affidati in custodia al legale rappresentante della ditta, segnalato alla Procura della Repubblica di Parma per aver falsificato la provenienza degli alimenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendeva funghi porcini importati dalla Bulgaria come se fossero 'Mady in Italy': denunciato 32enne di Borgotaro

ParmaToday è in caricamento