Pasqua, Solmi in Provincia: "Sempre più parmigiani alla Caritas"

Il vescovo: "Certamente è un momento non facile, lo vedo anche da tante persone che vengono a presentare le loro difficoltà di carattere economico. Ma la Pasqua cristiana ci parla di speranza"

Il vescovo di Parma, Enrico Solmi

La crisi che colpisce sempre più famiglie, la preoccupazione per il futuro, l’incertezza su ciò che accadrà delle Province. E’ l’attualità a fare da sfondo alla consueta visita del vescovo Enrico Solmi in occasione della Pasqua svoltasi questa mattina nella sede del Consiglio provinciale alla presenza degli amministratori dell’ente e dei dipendenti.

E’ una visita che ci fa piacere perché ha sempre portato considerazioni importanti – ha detto Bernazzoli nel suo saluto al vescovo -  cade in un momento particolare per la storia delle province, una fase di incertezza che preoccupa i lavoratori e credo anche il territorio per il quale le province hanno svolto storicamente una missione importante”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Mi fa piacere poter fare gli auguri auspicando che sia un momento bello e di pace, e di ricarica perché ne abbiamo bisogno – ha detto monsignor Solmi. Certamente è un momento non facile, lo vedo anche da tante persone che vengono a presentare le loro difficoltà di carattere economico, lo trasmettono i parroci che hanno contatti in questi giorni quotidiani nelle visite nelle case e in canonica. La Caritas ha visto una presenza superiore alla media di persone che chiedono sostegno e non solo di cittadini stranieri ma anche di parmigiani. Stiamo approntando pacchi viveri sostenuti e sempre più numerosi – ha raccontato il vescovo di Parma - In momenti come questo dobbiamo anche cercare dei punti di luce e restare legati alle cose vere. La Pasqua cristiana ci parla di speranza, dove l’amore consente un futuro migliore per tutti. Il mio augurio è questo: che possiate godere della famiglia e degli affetti e di speranza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento