Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca Centro / Via Ireneo Affò

Via Affo, straniero in fuga strattona un agente della Municipale: arrestato

L'uomo è stato sottoposto ad arresto obbligatorio nella flagranza del reato, rapina e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali volontarie contro un ufficiale

Ieri 10 novembre alle ore 15:45 due agenti della Polizia Municipale, nel corso di servizio di perlustrazione del territorio, mentre percorrevano via Garibaldi hanno notato all’altezza dell’intersezione con via Affo due cittadini extracomunitari che si strattonavano vicendevolmente, urlando. Uno dei due ha dichiarato di essere stato vittima poco prima all’interno di un negozio di via Trento, del furto del portafogli, denaro e documenti da parte dell’altra persona e che, dopo averlo rincorso e cercato per strada, lo aveva bloccato chiedendo la restituzione del portafogli. Manifestava quindi la volontà di sporgere denuncia nei confronti del presunto ladro.

Improvvisamente quest’ultimo tentava la fuga strattonando un agente che riusciva ad immobilizzarlo, cinturandolo. Quindi, con l’aiuto di due pattuglie inviate dalla centrale radio operativa, l’uomo che aveva tentato la fuga  veniva accompagnato in stato d’arresto prima presso il Comando Polizia Municipale e di seguito per le procedure d’identificazione presso il gabinetto di polizia scientifica della Questura di Parma. L’agente colpito nella colluttazione  si è recato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Parma, dove gli sono state riscontrate lesioni  giudicate guaribili in dieci giorni.

La vittima del furto si è recata presso la sede del Comando, dove formalizzava  la volontà di procedere penalmente nei confronti della persona con cui stava litigando. L'uomo è stato sottoposto ad arresto obbligatorio nella flagranza del reato, rapina e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali volontarie contro un ufficiale o agente di polizia giudiziaria. Sentito telefonicamente, il PM di turno ne disponeva il trattenimento presso la cella di sicurezza del Comando sino al giudizio direttissimo. Il Magistrato disponeva variazioni del servizio atte a garantire la sorveglianza continuativa del detenuto sino alla traduzione in Tribunale prevista per oggi, martedì 11 novembre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Affo, straniero in fuga strattona un agente della Municipale: arrestato

ParmaToday è in caricamento