menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Movida, giovedì protesta dei locali chiusi in via d'Azeglio. Confesercenti: "Pieno sostegno"

Ieri abbiamo parlato della protesta di alcuni commercianti hanno organizzato per giovedì prossimo un flash mob contro le nuove norme. Oggi Confesercenti esprime piena solidarietà all'azione che verrà effettuata

Movida in Oltretorrente. Ieri abbiamo parlato della protesta di alcuni commercianti hanno organizzato per giovedì prossimo un flash mob contro le nuove norme ed annunciato che i locali rimarranno chiusi. Oggi Confesercenti esprime piena solidarietà all'azione che verrà effettuata giovedì 19 giugno ed invita alla partecipazione. 

"La Federazione Italiana Esercizi Pubblici di Parma, Fiepet Confesercenti -si legge in una nota firmata Massimo Delle Donne Presidente Fiepet Parma Stefano Cantoni coordinatore Fiepet Parmaesprime piena solidarietà e appoggio alle iniziative presentate questa mattina sulla stampa dal gruppo di esercenti dell'Oltretorrente. Le imprese sono stanche ormai di essere continuamente tartassate e poi impedite nel lavoro, dai fantasiosi provvedimenti del Comune di Parma proposti dall'Assessore Casa. Provvedimenti giudicati illegittimi anche dal nostro ufficio legislativo della Confesercenti Nazionale; un regolamento per tanti aspetti, contro il diritto al lavoro, contro la nuova occupazione giovanile, contro lo sviluppo economico, che con due anni di ritardo attua solo alcune semplificazioni. 

L'incapacità di ascoltare e di affrontare il controllo di due strade della città ha portato la maggioranza del Consiglio Comunale ad approvare un nuovo regolamento che appare ingestibile e pensato unicamente per fare "cassa", invece che risolvere i legittimi problemi dei residenti. Altro "fumo negli occhi" proprio quando invece serve sostegno e impegno per sviluppare al massimo ogni occasione d'impresa che può generare posti di lavoro e aumentare la produzione industriale: tutti conosciamo i dati sulla disoccupazione nella nostra città, quella giovanile a livelli estremi ormai. 

A Parma con questo provvedimento, si sta facendo il contrario, si cercano di chiudere le imprese e addirittura si vieta l'apertura di nuove attività, affidando alla Polizia Municipale - non si sa su quali basi e regole - il potere vincolante di dire si o no alle nuove aperture. E' ora di dire basta alle sopraffazioni della politica conformista, incapace di risolvere con equità i problemi. Siamo pronti a dare pieno sostegno e appoggio anche legale alle iniziative, spontanee o meno, per reagire a questo sistema. Invitiamo perciò tutti quanti a partecipare giovedi 19 giugno alla serata di protesta in via D'Azeglio, organizzata dal gruppo di imprenditori dell'Oltretorrente". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento