menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Benedetta, residente scrive al sindaco. Nessuna risposta

"Ho inviato la lettera 2 volte all'ufficio esposti sicurezza del Comune ma nessuno ha risposto". Chiede interventi urgenti contro il degrado e per l'illuminazione, quasi inesistente

Una situazione diventata ormai insostenibile quella con cui convivono da tempo i residenti di strada Benedetta. Il motivo principale il degrado che imperversa in particolar modo nei pressi dei cavalcavia, in corrispondenza della tangenziale nord e di via Burla. Una situazione già documentata nell'aprile scorso da ParmaToday, per porre l'accento sul disagio vissuto da chi vive nei pressi.

STRADA BUIA. Oltre alla presenza di ogni genere di rifiuti ingombranti e auto abbandonate nell'area, è percepito in modo crescente dai residenti il problema sicurezza anche a causa della mancanza di illuminazione in più punti della via. La necessità di richiamare l'attenzione dell'amministrazione comunale per avviare urgenti interventi di bonifica la ragione di una lettera, quella che una nostra lettrice ha inviato al sindaco Pizzarotti attraverso Facebook. La lettrice sottolinea di "aver inviato la lettera
via mail, per 2 volte, all'ufficio esposti alla sicurezza del Comune di Parma, con foto allegate, non ricevendo nessuna risposta".


LA LETTERA - "Abito in Via Benedetta a Parma. Con la presente sono a segnalarvi le problematiche che ci sono in tutta Via Benedetta. La via a partire dall'inizio fino alla fine è diventata una discarica abusiva in particolar modo sotto i due ponti (il primo della tangenziale e il secondo di Via Burla) e anche lungo tutta la pista ciclabile, la situazione è diventata ormai veramente imbarazzante e intollerabile in quanto si trova di tutto di ogni e di più a partire da ante di armadi, cassetti, gomme di macchine, residui di cibo (segno che di notte qualcuno bivacca), tazzine da caffè e piatti rotti, bottiglie di vetro e lattine, sacchi della spazzatura con non si sa cosa dentro e piccioni morti che tra l'altro sono molto pericolosi in quanto possono provocare malattie. Un'altra problematica che sicuramente "aiuta" coloro che usano come discarica la zona sottoponte di Via Burla è il fatto che non esiste illuminazione a partire dall'altezza della rotatoria che porta in direzione (venendo dal centro città) verso Via Burla a destra e Sorbolo dritto: l'illuminazione non c'è sulla pista ciclabile ne nello stradello comunale che porta all'accesso delle case (parlo del ponte di via Burla) e di conseguenza la zona è completamente al buio (sicurezza per i ciclisti e per i residenti pari a zero) sopratutto in questo periodo dove viene buio presto e spesso c'è foschia. Il degrado è veramente arrivato a dei livelli invivibili, e per questo da residente Vi chiedo di intervenire al più presto per bonificare la zona".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

  • Cronaca

    Covid: a Parma quasi 48 mila vaccinati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento