menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Strada Burla

Strada Burla

In auto con lo scooter rubato: 3 tunisini denunciati per ricettazione

In strada Burla nella notte tra venerdì e sabato una pattuglia delle Volanti ha fermato una Fiat Marea che ha cercato di eludere il controllo: a bordo anche 4 Iphone rubati

Nella notte tra venerdì e sabato in via Burla, durante il normale controllo del territorio, una pattuglia delle Volanti ha controllato una macchina con a bordo tre persone straniere e con qualcosa di ingombrante nel bagagliaio. In un primo momento, le tre persone hanno cercato di eludere il controllo cambiando strada ed aumentando la velocità dell’autovettura. La pattuglia, quindi insospettita, gli ha raggiunti e fermati.

Nel porta bagagli dell’auto, una Fiat Marea SW, c'era uno scooter rubato a Parma il giorno prima. Inoltre sono stati trovati 4 Iphone, tutti risultati bloccati e privi di scheda Sim ed altri tre Smartphone anch’essi privi di scheda Sim. Le persone, tutte di origine tunisina ed in regola con il permesso di soggiorno, risultano essere incensurate, tranne una di loro, già indagata per ricettazione nell’anno 2010. I tre sono stati indagati in stato di libertà per il reato di ricettazione in concorso.

Ieri mattina le Volanti sono intervenute in via Verona, dove un cittadino aveva riconosciuta la propria bicicletta rubatagli circa un ora prima. Gli Agenti sul posto hanno indagato in stato di libertà per ricettazione uno straniero, trovato in possesso del bene rubato, restituito al legittimo proprietario. Da accertamenti lo straniero risultava essere colpito dall'ordine di espulsione dal Prefetto di Parma ed Ordine del Questore di Parma ad abbandonare il territorio Italiano, quindi veniva anche indagato in stato di libertà per tale reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Il parco Vezzani torna a nuova vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento