menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Giovenale-via Emilio Lepido: terminati i lavori della rotatoria

L'intervento, all'intersezione con via Emilio Lepido, renderà più fluida la svolta dei veicoli, la rotonda ha un diametro esterno di 34.8 metri e un'aiuola interna circolare di 17 metri, il costo è 250mila euro


Sono terminati nei giorni scorsi i lavori di realizzazione della nuova rotatoria all’intersezione tra via Emilio Lepido e via Giovenale. La sistemazione dell’incrocio è nata dalla necessità di creare una svolta sicura e più fluida dei veicoli che, percorrendo via Emilio Lepido in ingresso a Parma, svoltano a sinistra in via Giovenale. I rallentamenti, infatti, che si venivano a creare a causa di questa manovra creavano code in ingresso città e fra l’altro rallentavano la velocità di percorrenza delle linee del trasporto pubblico.

Per evitare i disagi alla circolazione, in passato, era stato anche posato un cordolo lungo via Emilio Lepido per impedire la svolta a sinistra da parte delle auto che arrivavano in città, e dei veicoli che da via Giovenale volevano immettersi in via Emilio Lepido. Il progetto ha portato alla creazione di un’ampia rotatoria con diametro esterno di 34.8 metri e un’aiuola interna circolare di 17 metri. Il costo complessivo dell’intervento è di 250 mila euro, spesi per l’acquisizione delle aree, la costruzione della rotatoria, la posa dei pali di pubblica illuminazione e la realizzazione della segnaletica stradale.

L’assessore ai lavori pubblici Giorgio Aiello sottolinea che “dopo un anno dall'istituzione del doppio divieto di svolta a sinistra e dalla collocazione dei paletti dissuasori al centro della carreggiata, ritorna grazie alla rotatoria il collegamento diretto fra via Emilia e via Giovenale. Questa opera permette di migliorare la percorribilità di via Emilio Lepido, eliminando un incrocio pericoloso che causava notevoli rallentamenti, soprattutto nelle ore di punta, lungo una delle principali arterie di accesso alla città”.


L’assessore alla Viabilità Davide Mora ricorda come questa rotatoria sia funzionale per il traffico della zona e come sia la sistemazione finale dopo l’introduzione del cordolo “che nel frattempo si è dimostrato utile”. Mora poi ritorna sulle tre contestatissime mini-rotatorie comprese fra via Lisoni e via Del Bono: “Sono scomode e piccole, ma dalla loro introduzione hanno ridotto gli incidenti con feriti in questo tratto di strada. La stessa cosa è accaduta in via Montanara: due vie caotiche di giorno ma pericolosissime nelle ore non di punta. Due vie, inoltre, molto frequentate dai pedoni. Aver ridotto la velocità farà arrabbiare qualcuno, anzi probabilmente tutti gli automobilisti, ma ha salvato la vita a qualcun altro. E questo mi basta. In estate abbiamo apportato alcune modifiche e adesso vediamo i risultati quando il traffico riprenderà a pieno regime”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento