Via Gramsci, 30enne denunciato per guida in stato di ebbrezza

Il conducente aveva un tasso alcolemico superiore a 2 grammi/litro. Per lui è scattata la denuncia e il ritiro della patente. Stava percorrendo la strada alle 2 di notte a bordo di un Audi

Intorno alle ore due della notte appena trascorsa un uomo di trent’anni, residente a Fontevivo, con alcuni precedenti di polizia, è stato denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza. L’uomo stava percorrendo via Gramsci alla guida di un Audi quando è stato fermato, all’angolo con via Osacca, da una volante che effettuava controllo del territorio. Fin dai primi momenti del controllo è apparso evidente che il conducente del veicolo era sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Il conducente infatti aveva un tasso alcolemico superiore a 2 grammi/litro. Per lui è scattata la denuncia e il ritiro della patente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento