Via Gramsci: donna aggredita alla fermata dell'autobus

Ancora ignoti i motivi dell'aggressione, la polizia e intervenute per calmare gli animi

Aspettava l'autobus, ha trovato un uomo che l'ha aggredita. È successo in via Gramsci,  a pochi metri da Piazzale Santa Croce, intorno alle 10:30 del 23 agosto a una donna che attendeva la corsa per tornare a casa. Lunghi attimi di paura si sono susseguiti, tanto che la polizia è stata costretta a intervenire per sedare gli animi di un'aggressione che, a distanza di ore, appare ancora inspiegabile. L'aggressore, un 65nne parmigiano, nativo del '51 e già segnalato per disturbi e altre aggressioni, ha colpito da dietro la donna prendendola per il collo e percuotendola con alcuni pugni. La donna è stata medicata in pronto soccorso, con una prognosi di 8, 9 giorni, l'uomo, scosso e confuso, è stato portato negli uffici della questura. Ancora ignoti i motivi che hanno portato il 65enne, probabilmente affetto da problemi psichici, a scagliarsi contro la povera donna, colta di sorpresa senza un perché. Secondo le prime ricostruzioni, l'uomo si sarebbe scagliato contro la donna perché lei, scambiata per un'ex inquilina, non avrebbe pagato l'affitto. Evidentemente afflitto da disturbi mentali, il 65enne è stato portato via. 

Potrebbe interessarti

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Le cause e i rimedi naturali per combattere la pancia gonfia

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

  • I 10 elementi che devono essere conservati fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • Schianto tra due mezzi pesanti in A1: muore un camionista

  • Incidente in piscina: la 12enne parmigiana è morta

  • Tragedia a Colorno: ciclista 54enne cade sull'Asolana e muore

  • Pauroso schianto tra auto e bici a Noceto: 16enne gravissimo al Maggiore

  • Parma sotto choc per la morte di Sofia Bernkopf: "Una bambina che amava ballare e sorrideva a tutti"

  • Caso Pesci, i medici del Pronto Soccorso: "Legata, con una pallina in bocca e frustata"

Torna su
ParmaToday è in caricamento