menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Kennedy, i Carabinieri arrestano un tunisino con 160 grammi di marijuana

Il 44enne conservava il 'grosso' della sostanza stupefacente ma non vendeva in strada: i militari sono comunque riusciti a fermare l'uomo che all'interno di uno zainetto aveva 15 dosi di 'erba'

I Carabinieri di Parma, nell’ambito dei controlli svolti quotidianamente per contrastare la vendita di sostanze stupefacenti, hanno individuato e tratto in arresto per spaccio due cittadini di origine extracomunitaria. Il primo, un 28enne di origine nigeriana, è stato sorpreso, in flagranza di reato, nel parco Falcone e Borsellino, mentre  cedeva ad un 33enne 8 grammi di marijuana.

Il secondo, un tunisino di 44 anni, è stato individuato in via Kennedy a seguito di alcuni mirati servizi di osservazione e pedinamento che hanno consentito ai militari, partendo dai diversi spacciatori al dettaglio, d’individuare la persona deputata alla conservazione del “grosso” dello stupefacente. L’arrestato infatti, per eludere i controlli delle Forze dell’Ordine, conservava lo stupefacente senza occuparsi apparentemente dello spaccio.

Tale organizzazione consente normalmente agli spacciatori di limitare le quantità immediatamente disponibili rendendo più complicati i controlli a loro carico e riducendo al minimo le perdite in caso di sequestro.  Nonostante tale accorgimento i Carabinieri sono riusciti ad individuare la scorta di stupefacente, ben 160 grammi di marijuana divisi in 15 dosi, che l’arrestato conservava in uno zainetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento