menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sbarre e assi di legno lungo via La Spezia: "Ci annoiavamo"

Tre giovani di 18 e 19 anni sono stati denunciati: la segnalazione di un cittadino ha evitato il peggio

Alcuni giovani 'annoiati' hanno piazzato lungo via Spezia, all'altezza della rotonda dello stabilimento Sidel, assi di legno e di metallo attentando così alla sicurezza e all’incolumità degli automobilisti. Succede anche questo a Parma al tempo del coronavirus.

E' stato necessario l'intervento di tre Volanti della Questura di Parma dopo la segnalazione di un  cittadino che ha riferito di tre ragazzi intenti a posizionare delle lunghe assi sulla carreggiata. Un pericolo reale ed effettivo per la circolazione e la sicurezza stradale. I poliziotti sono giunti sul posto, hanno riportato la strada in sicurezza e hanno effettuato dei controlli nelle aree verdi limitrofe, oltre che nei cortili delle abitazioni per individuare gli autori della 'bravata'.

Grazie all'aiuto dei cittadini, sono stati rintracciati nei pressi di un'abitazione vicina dove si erano recati per sfuggire alle forze dell'ordine. I tre ragazzi di 18 e 19 anni hanno negato inizialmente l’insensato gesto, ammettendo solo dopo la propria colpa e giustificandosi con 'la noia': era stato quello il fattore determinante. Denunciati in stato di libertà, sono stati sanzionati anche amministrativamente ai sensi della normativa emergenziale per il contenimento epidemiologico, in quanto si trovavano fuori dalla propria abitazione senza un motivo valido, se non quello di delinquere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

Temporali e piene dei fiumi: allerta rossa nel parmense

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
  • Sport

    Parma-Samp 0-0 | Conti è pronto, Kucka nel tridente

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 58 casi e 2 decessi

  • Cronaca

    Allerta meteo, monitoraggio fiume e corsi d'acqua

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento