menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicofertile | In arrivo 20 alloggi di Edilizia Residenziale Sociale

Accordo tra Comune, Acer, Cassa Edile per l'assegnazione degli alloggi Ers del residence Aedilia a Vicofertile. 20 posti subito disponibili a cui se ne aggiungeranno altri 19. Rossi: "Fondamentale prevenire gli sfratti"

In arrivo 20 alloggi in Edilizia residenziale sociale pronti per essere abitati nell'ex mulino del Pirlone di Vicofertile, il residence Aedilia, grazie all'accordo stretto tra l'assessorato al Welfare del Comune, l'Acer e la Cassa Edile. Alloggi a cui si aggiungeranno anche 13 unità abitative in via del Garda e 6 in via San Leonardo, affidate dal Comune in concessione ad Acer nel patrimonio di edilizia residenziale sociale. Un accordo importante, secondo quanto sottolineato dall'assessore Laura Rossi, che "si inserisce nel programma di contrasto all'emergenza abitativa. Oltre ad affrontare quotidianamente le emergenze, portiamo avanti una politica a lungo termine per prevenire gli sfratti, anche attraverso canoni d'affitto particolarmente bassi, per famiglie che hanno un loro reddito ma che non è sufficiente ad affrontare i normali canoni d'affitto del mercato attuale". Gli alloggi, pensati in sostegno alle famiglie con disagio abitativo, erano stati realizzati per ospitare i lavoratori del settore edile, provenienti in larga parte dall'Est Europa. La ristrutturazione degli immobili è stata realizzata da Cassa Edile con il cofinanziamento pubblico regionale di 960 mila euro per destinare gli alloggi in locazione a lavoratori stranieri in mobilità, nell'ambito del progetto Moldavia. Ma con la crisi economica che ha investito anche il settore edile, gli alloggi risultavano scarsamente utilizzati, da qui l'accordo tra Cassa Edile e Comune, con l'appoggio della Regione, per ampliare le categorie di assegnazione attraverso la graduatoria Ers.

"Oggi, dopo la fine di quel boom edilizio e il cambio di scenario dopo 12 anni, occorre affrontare l'emergenza casa anche occupando alloggi rimasti per lungo tempo vuoti e che non riuscivamo più a riempire", sottolinea il vicepresidente Cassa Edile Domenico D'Antonio. Oltre 400 le domande presentate dalla pubblicazione del primo bando, come sottolineato da Francesca Cravero, vicepresidente Acer. Gli alloggi sono in prevalenza bilocali e trilocali, con canone concordato scontato del 30% rispetto ai prezzi di mercato, da 198 euro al mese per alloggi di 40 metri quadrati a 365 per 100 metri quadrati. L'assegnazione degli alloggi deriva dall'approvazione delle linee di indirizzo approvate dal Consiglio Comunale per la concessione e gestione a Acer del patrimonio di edilizia residenziale sociale, con l'affidamento dell'assegnazione, gestione e manutenzione degli immobili ers di proprietà del Comune. E' il regolamento Ers a disciplinare l'assegnazione degli alloggi del Residence Aedilia comprendendo la gestione e la manutenzione degli alloggi da Acer, attraverso le modalità stabilite nell'accordo tra Comune, Cassa Edile e Acer. "Stiamo cercando di aumentare progettualmente gli appartamenti in disponibilità in graduatoria - sottolinea l'assessore Rossi -. Abbiamo siglato un accordo con Parma 80 per mettere a disposizione gli alloggi concessi in via del Garda e in via San Leonardo. L'intento è prevenire il maggior numero di sfratti e, considerati i dati in linea con lo scorso anno, attualmente arriviamo ad avere anche 5 sfratti alla settimana. Per questo è importante portare avanti politiche di prevenzione". Soddisfatto anche il presidente Acer Italo Tommaselli, che sottolinea: "Siamo giunti a un accordo tra le parti in tempi brevi fornendo con gli alloggi accessibili e già abitabili un'occasione per le famiglie in difficoltà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento