menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicofertile, blitz della polizia a casa del pusher-estetista, due arresti: sequestrati 4 chili di hashish

In manette lo spacciatore, un 37enne che era stato scarcerato ad ottobre e un 27enne, il fornitore che ha lanciato la droga dalla strada nel giardino di casa. Sequestrata cocaina anche alla sua collaboratrice in un Centro estetico

Spacciava dal giardino della sua abitazione dopo che erano scaduti i termini di custodia cautelare per gli arresti domiciliari, proprio in seguito ad un arresto, avvenuto nell'aprile del 2016, per spaccio di sostanze stupefacenti. Un pusher 37enne J. E. B. e il suo fornitore 27enne sono stati arrestati dagli uomini della Squadra Mobile di Parma che hanno effettuato un blitz presso la sua abitazione. L'uomo, dopo essere stato arrestato per spaccio ed aver trascorso alcuni mesi ai domiciliari è stato scarcerato nell'ottobre del 2017 per la scadenza dei termini della custodia cautelare.

Spaccio a domicilio dopo la scarcerazione

La polizia ha ricevuto diverse segnalazioni relative al via vai di molte persone dall'appartamento di Vicofertile: le segnalazioni sono state poi verificate grazie ad alcuni servizi di appostamento: il 37enne riceveva i clienti all'interno del suo appartamento o cedeva la droga dal giardino di casa: passava la sostanza stupefacente dalla siepe per sicurezza. Credeva così di passare inosservato e di non attivare i controlli degli investigatori. I poliziotti dell'Antidroga in realtà erano sulle sue tracce ed il 25 novembre, durante l'ennesimo scambio, si sono presentati anche i poliziotti. Alle ore 21 due persone sono scese da un'auto: il passeggero ha lanciato una busta bianca di grandi dimensioni al 37enne, attraverso la siepe. Gli agenti, che erano appostati, sono usciti allo scoperto: il 37enne si è rifugiato in casa ma è stato bloccato, insieme al conducente dell'auto, S.M., un 27enne. 

Il lancio della droga nel giardino ed il blitz al Centro estetico

Nella busta bianca, che il 37enne aveva gettato nel giardino di fianco per cercare di confondere le acque, c'erano 374 ovuli di hashish in quattro bottiglie, per un peso complessivo di 3 chili e 800 grammi di sostanza stupefacente. Il passeggero dell'auto, che aveva concretamente lanciato la busta con la droga, è riuscito a scappare a piedi per i campi, approfittando dell'oscurità. Gli agenti hanno perquisito, qualche giorno dopo, anche il Centro estetico per il quale il 37enne lavorava e dove era stato assunto: all'interno c'era anche una ragazza di vent'anni K.F.E, collaboratrice per il lavoro al Centro estetico del 37enne, trovata con 22 involucri di cocaina per un peso di 12 grammi di droga e con 1.200 euro in contanti. Il legame tra la droga trovata alla giovane e quella sequentrata al pusher e al suo fornitore deve ancora essere verificato. Il 37enne e il conducente dell'auto sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio mentre la ragazza è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato. I due arrestati si trovano nel carcere di via Burla, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria e della Pm Emanuela Podda. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento