Vicofertile: i gruppi di vicinato sventano un furto

Alcuni malviventi sono stati visti mentre cercavano di entrare in un'abitazione, dopo aver fatto un buco nella siepe

La collaborazione  tra cittadini, condomini e forze dell'ordine ha funzionato ancora una volta: qualche giorno fa i gruppi di vicinato sono riusciti a sventare un furto, che si stava per compiere. Erano da poco passate le 19 del 29 gennaio quando a Vicofertile alcune persone sospette si sono avvicinate ad un abitazione: proprio in quel momento una persona aderente ai gruppi di vicinato stava passando di lì ed ha assistito alla scena. Dopo aver avvisato gli altri componenti del gruppo di vicinato tramite il gruppo WhatsApp e la polizia Locale, è rimasto in zona per capire cosa stesse succedendo. Le tre persone sospette si sono allontanate subito: avevano già fatto un buco nella siepe per riuscire ad entrare poi all'interno del cortile dell'abitazione. Poco dopo è arrivata la segnalazione di un furto, questa volta portato a termine dai ladri, all'interno di una delle abitazioni del circondario. Sul posto sono arrivati i poliziotti che hanno effettuato un sopralluogo e stanno cercando di ricostruire i due episodi per arrivare all'identificazione dei malviventi. 

Oltre ad aderire al gruppo di controllo per avere una collaborazione tra di noi in tutta la zona" fanno sapere di gruppo di vicinato "sarebbe meglio che palazzina per palazzina, ci si riabituasse a utilizzare le bacheche o creare gruppi Whatsapp o telegram, per far si che tutto quello che accade in casa sia conosciuto e noto, a partire dalle piccolezze. Tutto ciò che non è noto - piccoli o grandi lavori in casa, visite di persone delle multiutility per nuovi contratti ecc ecc - deve rappresentare un potenziale pericolo e così deve essere trattato. Senza angosce, senza paure, ma con la tranquillità di chi vive e vuol vivere in sicurezza nella propria casa. Riscoprire il vicinato è un dovere sociale, oltre che un onere per proteggere i più deboli . Solo noi possiamo conoscere le nostre strade, i nostri quartieri, i nostri scantinati e le scale dei palazzi. Solo noi possiamo presidiare in sicurezza come facevano i nostri nonni e i loro prima di noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento