menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fidenza, i sindacati: 'Nessuna difficoltà per i Vigili del Fuoco'

I sindacati Cgil, Cisl, Uil, Conapo e Confsal prendono posizione dopo il Consiglio comunale di Fidenza durante il quale alcuni consiglieri comunali hanno definito preoccupante la situazione del Vigili del Fuoco: "Nessuna difficoltà per il distaccamento di Fidenza"

I sindacati Cgil, Cisl, Uil, Conapo e Confsal prendono posizione dopo il Consiglio comunale di Fidenza durante il quale alcuni consiglieri comunali hanno definito preoccupante la situazione del Vigili del Fuoco: "Nessuna difficoltà per il distaccamento di Fidenza" 

LA NOTA DEI SINDACATI - "Leggiamo piuttosto perplessi l’articolo dello scorso 29 febbraio, che fa seguito ad un ordine del giorno presentato da alcuni consiglieri comunali circa una situazione definita preoccupante che riguarda il Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Fidenza, sede che ricordiamo non è un corpo autonomo, ma dipende dal Comando provinciale di Parma. Perplessi perché non riteniamo esistano oggettivamente difficoltà sull’organico perché lo stesso è a regime, cioè al 100% delle unità operative previste dalle piante organiche stabilite dal Decreto Ministeriale n. 2384 del 31 luglio 2015.  La situazione dell’organico è infatti questa: Unità previste dalle piante organiche: Fidenza SD2 Capi reparto * Capi squadra Vigili * Capi reparto previsti in orario giornaliero differenziato 12/36 per l’attività di coordinamento della sede, non fanno parte dell’organico operativo turnista destinato al soccorso. La dotazione organica minima, cioè la squadra di almeno 5 unità viene sempre garantita H24 e la dotazione del parco mezzi di soccorso è completa sia di mezzi di primo intervento (di autopompe ce ne sono 2) che di quelli di supporto ( ci sono una autobotte, una autoscala, un fuoristrada AIB e una autogru). 

Questo perché le OO.SS. scriventi, occupandosi di organizzazione del lavoro del personale e del servizio tramite la concertazione a livello territoriale, hanno sempre contrattato responsabilmente col Comando di Parma, la migliore organizzazione possibile per le sedi esistenti. Non riusciamo pertanto a comprendere la polemica innescata in special modo per ciò che riguarda il mancato richiamo dei volontari presso la sede territoriale di Fidenza, la cui presenza, ovvero l’ultimo richiamo che ci risulta risalga a diverso tempo fa. 

 Precisiamo che i Vigili Volontari Discontinui a servizio presso le sedi permanenti, vengono richiamati in servizio dal Comando provinciale secondo le assegnazioni previste dal Dipartimento e dalle Direzionali regionali, gli stessi vengono poi regolarmente retribuiti secondo le tariffe previste.  I richiami sono stati drasticamente ridotti perché la nostra amministrazione ha inteso strategicamente trasformare le “partite di spesa variabile”, cioè i fondi stanziati ogni anno per pagare i nostri cosiddetti volontari, in “partite di spesa fisse”, cioè fondi per assumere personale permanente professionista da aumentare il già esiguo organico del Corpo nazionale.  Questo per dire che non viene messa in discussione la nostra componente volontaria, ma le caratteristiche con cui viene erogato il servizio cui si è voluto dare in questi anni, aggiungiamo strumentalmente, la forma di un vero e proprio precariato che riteniamo strida con il servizio essenziale che i Vigili del fuoco prestano in favore della collettività. 

 Vogliamo quindi rassicurare sulla infondatezza delle pur legittime preoccupazioni cui si è voluto dare sfondo anche attraverso di organi di stampa, ma la realtà dei fatti e i numeri esistenti sul distaccamento di Fidenza nonché la gestione del servizio complessiva, dicono tutt’altro.  Se poi il distaccamento di Fidenza venisse elevato di categoria da parte del Dipartimento centrale, e quindi con un sensibile aumento di personale, sarebbe buona cosa, ma questo è tutt’altro discorso che esula dalla realtà attuale e riguarda ambiti diversi. Le osservazioni quindi mosse nel consiglio comunale di Fidenza, aldilà del comprensibile antagonismo politico, riteniamo appaiono fuorvianti e denotano scarsa conoscenza delle effettive problematiche generali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento