menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigili di quartiere, Ghiretti: "Bisognerebbe contattare Chi l'ha visto?"

Roberto Ghiretti, Parma Unita, risponde alle dichiarazioni dell'assessore Casa sulla sicurezza: "Una favola glorificare l'operato dei vigili di quartiere. Bisognerebbe coinvolgere i pensionati delle forze dell'ordine per presidiare la città"

A seguito del Consiglio Comunale e delle dichiarazioni dell'assessore Casa riguardo l'operato dei vigili di quartiere, con un comunicato Roberto Ghiretti interviene nella discussione ritenendo largamente insufficiente il personale municipale per garantire la sicurezza cittadina: "Ascoltar l'assessore Casa qualche giorno fa in Consiglio comunale che glorificava l'operato dei Vigili di quartiere e più in generale le politiche di controllo del territorio messe in atto dal Comune di Parma - si legge nel comunicato diffuso -, ha avuto lo stesso sapore di quando da piccoli i nostri genitori ci raccontavano una qualche favoletta rassicurante prima di dormire. . Una favoletta che, come tutte le favole, non regge ovviamente il confronto con la realtà. È un dato di fatto che i Vigili di quartiere sono ormai completamente scomparsi dalle nostre strade, tanto che qualche cittadino sta penando di contattare “Chi l'ha visto”. Ciò è probabilmente dovuto tanto alla scarsità di personale quanto alla scelta scellerata di rinunciare all'ausilio dell'Auser per compiti che oggi la Municipale si trova costretta a svolgere in prima persona sottraendo così risorse a interventi ben più strategici in chiave di presidio del territorio. E se da una parte va dato atto che l'annunciato ripristino del turno notturno va nella giusta direzione, dall'altra la volontà del comandante Noè di creare due nuovi nuclei, uno per i controlli ambientali e uno di bikers per la sorveglianza dei parchi, ci riporta alla questione fondamentale: la Municipale tutto fa meno che controllare il territorio. Ne è un esempio lampante appunto il nucleo che si intende aprire con compiti di verifica della raccolta differenziata. Ma in un momento in cui la gente in molti quartieri vive letteralmente assediata dagli spacciatori  è possibile che sia questa la priorità? Non esiste già una convenzione con le Guardie ecologiche, non è possibile potenziare questo genere di strumento? Da un comunicato stampa del Comune di Parma del 19 giugno scorso scopriamo che oltre ai 3 vigili ambientali oggi operativi saranno formati altri 20 agenti di polizia municipale. Ma apprendiamo anche il motivo di questa scelta: i risultati “eccellenti” conseguiti in poco tempo dai 3 vigili ambientali che hanno elevato 92 sanzioni alle quali si aggiungono altre 44 in corso di verifica. La sicurezza è materia importante, che investe direttamente la qualità della vita di una città come Parma, il fatto che si possa pensare di barattarla con qualche multa in più fa capire cosa possiamo aspettarci da questa amministrazione. La strada giusta da percorrere sarebbe quella di avere un sistema di raccolta differenziata efficiente e gestibile dai cittadini, coadiuvato da un sistema di controlli che ha come perno fondamentale l'utilizzo delle Guardie ecologiche. Per il presidio in ingresso e in uscita dalle scuole cittadine occorre individuare al più presto un soggetto che possa sostituire il servizio che offriva l'Auser. E la Polizia Municipale deve andare in strada con un compito fondamentale: controllare capillarmente il territorio, parlare con la gente, conoscere le problematiche dei quartieri. Infine il Sindaco potrebbe chiedere  al Questore, al Comandante provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di cercare di coinvolgere i pensionati delle tre forze di polizia per dare un aiuto nei compiti di vigilanza in città, anche solo a livello di visibilità e allertamento dei colleghi in servizio. Invece si preferisce fare qualche proclama privo di contenuti reali e continuare ad utilizzare la Municipale per fare cassa a spese dei cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento