Public Money, la Cassazione annulla la revoca dei domiciliari per Vignali

La Suprema Corte ha annullato il provvedimento del Riesame e ha rinviato gli atti al tribunale di Bologna perché disponga un secondo giudizio. L'ex sindaco resta in libertà in attesa del nuovo pronunciamento

La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso della Procura di Parma contro la revoca degli arresti domiciliari di Pietro Vignali, disposta dal tribunale della Libertà di Bologna lo scorso 30 gennaio, dopo due settimane dagli arresti per l'indagine Public Money. La Suprema Corte ha annullato il provvedimento del Riesame e ha rinviato gli atti al tribunale di Bologna perché disponga un secondo giudizio. Ad oggi non si conoscono le motivazioni della decisione, né è stata fissata una nuova data per l'udienza bis. Per ora l'ex sindaco di Parma resta quindi in libertà in attesa del nuovo pronunciamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l'obbligo di mascherine all'aperto e la chiusura dei locali: ecco il nuovo piano anti-Covid 19

  • Betoniera si ribalta in tangenziale: muore il conducente 31enne

  • Coronavirus: riapre il reparto Covid al padiglione Barbieri

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

  • Parma-Carli, incontro positivo: strategie e richieste

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento