menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Sant'Adrea, Ausl: "La soluzione individuata tiene conto dei bisogni delle famiglie e degli ospiti"

Nota dell'Ausl: "Dopo una verifica accurata, sempre in collaborazione con il Comune di Medesano, non è stato possibile individuare sedi idonee nel territorio comunale che il gestore del servizio, in base agli esiti di gara, potesse utilizzare..."

"In riferimento ad alcuni articoli di stampa sull'assistenza agli ospiti della Casa alloggio di Santa'Andrea Bagni -si legge in una nota- l'Azienda Usl di Parma precisa che il cambio di gestione della struttura è previsto dall'esito della gara di affidamento dei servizi sociosanitari. Il bando di gara e le sue modalità di svolgimento sono procedure che rispondono a precisi obblighi di legge, cui si sono scrupolosamente attenuti i servizi Ausl nel pieno rispetto della normativa. 

Le necessità assistenziali sociosanitarie degli utenti e delle loro famiglie sono da sempre l'assoluta priorità della programmazione di attività e servizi dell'Azienda Usl. Anche per questo alla qualità del progetto secondo i bisogni assistenziali è stata data la maggiore rilevanza (70%) rispetto al prezzo (30%) nella selezione delle offerte di gara. L'Azienda Usl insieme alla cooperativa gestore ha condiviso la ricerca delle migliori soluzioni per la continuità assistenziale degli ospiti. A questo si aggiungono i numerosi incontri di informazione e condivisione, promossi dall'Azienda in collaborazione con il Comune di Medesano, con il Comitato utenti famigliari (Cuf), con gli assistiti e le loro famiglie, con le organizzazioni sindacali dei lavoratori interessati. 

Dopo una verifica accurata, sempre in collaborazione con il Comune di Medesano, non è stato possibile individuare sedi idonee nel territorio comunale che il gestore del servizio, in base agli esiti di gara, potesse utilizzare. La soluzione individuata ha quindi tenuto conto in primo luogo dei bisogni degli utenti e delle famiglie, dell'offerta assistenziale complessiva e delle necessità organizzative del Dipartimento salute mentale. E' dunque prevista l'apertura di una Comunità alloggio a Pellegrino Parmense per 20 posti, l'apertura di due gruppi appartamento a Pontetaro per sette posti, e la contestuale apertura di un'ulteriore struttura (Comunità alloggio) sempre a Pontetaro con una maggiore differenziazione dei bisogni e dei percorsi. 

Le nuove sedi sono tutte dotate di comfort, ampi spazi a verde e sono ben integrate nel contesto socio-ambientale. In questo complesso cambiamento si conferma che i pazienti manterranno la continuità dei progetti terapeutico-riabilitativi individualizzati con possibili sviluppi futuri. Il personale delle società cooperative di gestione conserverà i posti di lavoro e continuerà a seguire gli utenti nelle nuove sedi, integrandosi con i contesti di riferimento. Si ricorda che grazie alle aperture delle nuove strutture sarà possibile accogliere più ospiti (da 20 a 28 posti), contribuendo così a ridurre il numero di assistiti che si devono rivolgere a strutture di altre provincie. La direzione del Dipartimento salute mentale Ausl conferma sempre la sua piena disponibilità all'ascolto e alla condivisione con utenti e famigliari delle soluzioni individuate". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento