Violenza al San Leonardo: "Alcune famiglie hanno venduto la casa e sono scappate per paura"

I residenti tornano a protestare per le condizioni di disagio e di paura per chi vive nelle strade in cui è avvenuto l'accoltellamento del 34enne nigeriano

Dopo l'episodio di violenza che ha visto come vittima un 34enne nigeriano e come aggressori due suoi connazionali, finito con una coltellata ed una ferita di 10 centimetri all'addome del giovane immigrato, i residenti tornano a far sentire la loro voce per denunciare una situazione di disagio. 

"Purtroppo non è la prima volta che un episodio del genere - ci racconta un residente - di violenza in strada, succede in queste strade, anche se non l'ho visto io direttamente me lo hanno raccontato. Io abito in questa zona, in San Leonardo. Ho sentito le varie inchieste giornalistiche: il problema non è solo di oggi. Nelle ore serali c'è una situazione non bella".  

"Per le donne è più pericoloso -sottolinea un residente della zona di via Trento- ho sentito di donne che hanno addirittura venduto la casa e se ne sono andate a vivere in un altro quartiere perchè avevano paura. Li trovi fuori dai bar tutto il giorno: bevono, fumano marijuana, non è sicuramente un bel vedere. Ogni tanto si picchiano e si accoltellano". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • Collecchio: è morto il bimbo di 5 anni precipitato dalla finestra

  • Pauroso schianto tra auto e camion nella notte a Botteghino: un morto

  • Regionali, a Parma vince la Borgonzoni: Lega primo partito al 36,50%

  • Il voto in provincia: Borgonzoni batte Bonaccini in 42 Comuni su 44

  • Scontro frontale a Botteghino: muore un 33enne di Pilastrello

Torna su
ParmaToday è in caricamento