menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quando la lotta contro la violenza sulle donne prende…il bus

La nuova iniziativa di sensibilizzazione dei 'Maschi che si immischiano"

Se vedete in questi giorni sui bus di Parma un foglio penzolante, color fucsia, perdete 30 secondi per leggerlo. Passa anche da lì, e anche dalla sensibilizzazione sui mezzi di trasporto, la battaglia contro la violenza sulle donne: una causa che da qualche mese a Parma è sostenuta anche dai Maschi che si immischiano (sì, perché le donne sono le vittime, ma i carnefici sono uomini). Sulla copertina campeggia la scritta “Parole da bullo. Azioni da vigliacchi”, per sottolineare come la violenza alle donne non possa mai essere un connotato di “uomini veri”, mentre anzi essere uomini significa sapere abbassare i toni. E significa, cosa importantissima, saper isolare chi si comporta da bullo o da prepotente, ovvero da vigliacchi.

Nel retro ci sono invece alcune indicazioni utili su come si può agire concretamente. E ci sono anche alcuni indirizzi e riferimenti: Liberiamoci dalla violenza per gli uomini che vogliono confrontarsi con la loro situazione prima che sia troppo tardi; il Centro Antiviolenza che offre alle donne ascolto e protezione; e la nuova stanza dedicata che è stata allestita nella caserma dei Carabinieri in via delle Fonderie grazie a Soroptimist. Oltre, naturalmente, ai recapiti web dei Maschi che si immischiano, per chi volesse partecipare alle attività del gruppo o anche solo conoscerle. Un nuovo piccolo tassello: una breve lettura ma utilissima, grazie anche alla sensibilità della Tep che ha ospitato l'iniziativa dei Maschi che si immischiano sui propri mezzi. E altre ne seguiranno nei prossimi mesi: seguite, per tenervi aggiornate, la pagina facebook Maschi che si immischiano

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Attualità

Scuola Bottego, piano allagato: gli alunni tornano a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento