Costringe una 14enne a toccargli i genitali: condannato a 2 anni

L'uomo di 71 anni ha potuto usufruire della sospensione condizionale della pena e gli sono state riconosciute le attenuanti generiche. Guidava l'autobus che portava i ragazzi in una casa famiglia

Costrinse una ragazzina di 14 anni a toccargli i genitali. Un uomo di 71 anni, G. M., è stato condannato a due anni ma la pena è stata sospesa. Il reato è violenza sessuale e all'uomo, che guidava gli autobus che portava alcuni ragazzi in una casa famiglia, sono state riconosciute le attenuanti generiche perchè ha risarcito la famiglia. Così è stato riconosciuto colpevole ma ha potuto usufruire della sospensione condizionale della pena. Oltre alla condanna l'uomo è stato interdetto da svolgere attività nelle scuole e nelle strutture per minori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento