menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenta e tenta di strangolare la moglie davanti al figlio di 3 anni: 38enne in manette

Una violenza inaudita contro la donna, tra violenze sessuali, pugni in faccia e pestaggi: lei ha avuto il coraggio di denunciare, anche i vicini hanno segnalato alcuni episodi significativi

Una violenza inaudita, perpetrata dal marito nei confronti della moglie nel mese di settembre del 2016 in particolar modo, ma con alcuni episodi anche nei mesi precedenti. Violenza sessuale ripetuta nei confronti della donna alla presenza dei figli piccoli, calci, pugni e schiaffi. La drammatica storia arriva dalla provincia di Parma: i due coniugi, sposati dal 2011, hanno avuto una bambina, che attualmente ha tre anni e hanno un'altro figlio di nove, che deriva da una precedente relazione della donna. Dopo cinque anni di matrimonio il marito, un 38enne rumeno che lavora come operaio, comincia a manifestare segni di estrema violenza, in alcuni casi quando è sotto effetto dell'abuso di alcolici, ma non solo. Violenza sessuale, pugni in faccia, schiaffi. In alcuni casi sono stati i vicini ad avvertire le forze dell'ordine, riferendo di alcuni episodi di violenza dei quali si è reso protagonista il marito, in altri casi è stata la moglie a segnalare la situazione ai Carabinieri di Parma. Dopo le violenze, come raccontato dalla donna agli inquirenti, lei cercava di accettare la situazione e di perdonare l'uomo, pensando al futuro dei suoi figli, In un'occasione il 38enne ha cercato addirittuta di strangolare la moglie, chiedendole poi scusa. L'uomo è stato arrestato per violenza sessuale e maltrattamenti: ora si trova nel carcere di via Burla. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento