menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si spacciava per produttore di Zelig e intascava in anticipo i soldi

Si presentava nei locali della provincia come uno dei produttori di Zelig per vendere spettacoli dei comici della trasmissione, intascando un anticipo per le spese di 4000 euro per poi sparire. Denunciato dopo l'ennesima truffa, questa volta a Parma

La tecnica ormai era consolidata, presentarsi come una figura importante nei quadri direttivi della produzione di Zelig, spiegando con professionalità le opzioni disponibili per spettacoli da realizzare nei locali e mostrando dal sito ufficiale areazelig.it i comici tra i quali il gestore del pubblico esercizio poteva scegliere. Raggiunto un accordo, riusciva a farsi consegnare un acconto per le spese vive di 4000 euro, per avere poi il saldo di 1000 euro dopo lo spettacolo. Lasciando trascorrere i mesi e tergiversando sulla data dello spettacolo, riusciva poi a sparire diventando non più rintracciabile dato che il nome fornito era di fantasia. Ora F.M., 48enne residente in provincia di Parma, è stato fermato dopo l'ennesima truffa messa a segno nel nord Italia, questa volta a Parma, ai danni del gestore di un locale nella prima periferia cittadina nel dicembre scorso.

Utilizzando l'ormai collaudato modus operandi, il truffatore era riuscito ad accordarsi con il gestore del locale e ottenere l'acconto di 4000 euro, in vista dello spettacolo che si sarebbe dovuto tenere il 23 febbraio 2013. Ma dopo i numerosi tentativi di avere conferma dello spettacolo dal falso produttore, nei primi giorni di febbraio il gestore del locale insospettendosi ha contattato Zelig. Da qui la conferma della truffa, infatti è stata proprio la redazione del programma televisivo Mediaset a fornire il nome e cognome del truffatore, oltre ai dati del suo domicilio. Una persona ormai nota da tempo alla trasmissione, per le numerose truffe messe in atto fingendosi un produttore Zelig. Con la denuncia e i dati forniti, la Sezione Antirapine della Mobile è riuscita in poco tempo a rintracciare il malfattore e denunciarlo in stato di libertà per truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio di via Volturno: Patrick Mallardo non risponde al Gip

  • Economia

    Morte del lavoratore 37enne, Cgil: "Imperativo un cambio di passo"

  • Cronaca

    Tragedia a Sorbolo: morto operaio di 37 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento