Zibello, la sindaca Manuela Amadei dedica il suo libro alle donne

Il libro “Donna non vidi mai simile a Questa” che chiude la trilogia sui volumi dedicati a Zibello e alla sua gente, sarà dato in dono alle donne di Zibello durante una cerimonia l’8 marzo

La signora Alberta è nata verso la fine dell’800 in Brasile, dove la sua famiglia era emigrata. Rientra in Italia quando ha vent’anni, nelle terre del Po, è senza una lira ma è qui che le 1914 mette su famiglia. Si sposa ha un figlio, un’altra figlia viene adottata e poi nascono altre due femmine. Tornerà a parlare il portoghese con un soldato alleato, quando gli americani raggiungono le zone del Cremonese alla fine della seconda guerra mondiale, e quel ritrovarsi a dire nel suo idioma le dà una gioia incredibile. E’ una delle piccole grandi storie raccontate nel libro “Donna non vidi mai simile a Questa” a cura di Manuela Amadei, sindaca di Zibello, con Paola Dotti e Rosalba Scaglioni.

La terza fatica letteraria, dopo “Il profumo dei ricordi” e “Come pietre lungo il fiume” , dedicata alla gente di Zibello, soprattutto alle donne perché in questo terzo volume è di loro che si continua a parlare. Donne semplici, note o meno note, a cui vengono dedicati dei pensieri, donne comunque speciali per chi ne scrive e ne conserva la storia e il ricordo. Sulla copertina il ritratto di Clara Vittoria Pallavicino, il cui uso è stato concesso dalla Marchesa Zaira Dalla Rosa Prati.

Manuela Amadei è una sindaca da lodare, da cui trarre esempio – ha detto l’assessore provinciale Marcella Saccani alla presentazione oggi in Provincia – Ogni territorio dovrebbe fare lo sforzo di scrivere di sé perché la scrittura è memoria, cultura e identità della propria gente. E  lei non ha dimenticato di far parlare nessuno a partire dai più piccoli”. Il libro, diviso in quattro sezioni che prendono il titolo di quattro romanze, come ha spiegato Rosalba Scaglioni, comincia proprio con loro, i più piccoli, dai racconti degli alunni delle elementari, soprattutto della mamma ma non solo.4

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo pensato di chiedere a ognuno di scrivere di una donna regalandoci un ritratto speciale e ognuno ha parlato di una donna che aveva nel cuore –ha spiegato Amadei – in queste pagine c’è la storia di tutti i giorni”. “Il libro è fatto di storie che non sapevamo di avere in mano – ha aggiunto Scaglioni – è un racconto collettivo dal quale traspare la fatica di tante donne di tirare avanti in zona che fino al 1980 era depressa, facendo tanti mestieri, soprattutto la sarta, ma anche i campi o la raccolta del tabacco”. Il libro, che chiude la trilogia sui volumi dedicati a Zibello e alla sua gente, sarà dato in dono alle donne di Zibello durante una cerimonia l’8 marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento