menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La zona arancione divide i parmigiani: " Sì al coprifuoco, no al divieto di spostamento tra i comuni"

Le opinioni dei cittadini il giorno dopo l'entrata in vigore delle nuove norme

Da ieri, domenica 15 novembre e fino al 3 dicembre Parma rientra nella zona arancione. Le regole, però, nella nostra città sono più feree rispetto a quello delle altre zone arancioni. Ci troviamo in una sorta di zona fuscia. L'ordinanza della Regione Emilia-Romagna - che aveva l'obiettivo di evitare il rientro nella zona ad alto rischio - è in vigore da sabato e le regole si sommano a quelle della zona arancione. Cosa ne pensano i parmigiani?

"Io sinceramente farei una differenza e direi si al coprifuoco - che serva più che altro come misura di contenimento - e no ad alcune restrizioni della zona arancione. Non capisco perchè io non possa andare in un altro Comune, in auto e da solo per esempio per andare in montagna". E' questa la reazione di un giovane che troviamo in piazza Garibaldi, con regolare mascherina, che risiede a Parma e non può andare dai genitori in provincia. "Secondo me il coprifuoco ha dei lati positivi, almeno dopo le 22 non c'è più nessuno in giro e non si creano assembramenti. Il problema è che per esempio sabato in centro era un delirio, prima delle 18, orario di chiusura imposto ai locali. Se si assembrano dalle 15 alle 18 non cambia niente. Ora i locali sono chiusi: forse lo hanno fatto per questo motivo" sottolinea una donna che sta percorrendo via Farini, sempre con regolare mascherina sta andando al lavoro.

La città è indignata soprattutto per le immagini dei gruppi di giovani che fanno aperitivo ai bar, nella giornata di sabato. "Non è ammissibile una cosa del genere, poi ci chiediamo perchè vengono approvate norme così stringenti. Mi sembra evidente. Io comunque sono d'accordo con il coprifuoco ma non con il divieto di spostamento tra i Comuni: è una norma che non credo abbia molto senso. Invece il coprifuoco dovrebbero metterlo alle 18 e spero vivamente che lo facciano. La gente non deve uscire di casa così non si creano assembramenti" è la voce di un uomo di mezza età che sta camminando sul ponte di Mezzo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

Temporali e piene dei fiumi: allerta rossa nel parmense

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 2 morti e 70 nuovi casi

  • Cronaca

    Parma resta in zona arancione

  • Sport

    Vigilia contro la Samp, D'Aversa: “Abbiamo ancora qualche infortunio”

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento