menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Zorandi

Andrea Zorandi

Convegno architetti, invitati solo 5 candidati sindaco: l'ira di Zorandi

Il candidato sindaco della Lega si è sentito rispondere dall'Ordine degli Architetti che sono stati chiamati i "più rappresentativi", cioè Bernazzoli, Ubaldi, Ghiretti, Buzzi e Roberti

Ci è rimasto proprio male il candidato sindaco della Lega Nord, Andrea Zorandi, quando ha visto che nell'elenco dei relatori al convegno "Abitare la città dimenticata" c'erano cinque suoi 'colleghi' candidati alla poltrona di primo cittadino ma non figurava il suo nome, né quello degli altri quattro in corsa. Il dibattito, organizzato dall'Ordine degli Architetti di Parma, si terrà sabato 30 marzo presso il Teatro Lenz di via Pasubio e sarà l'occasione per discutere di abitare la città dimenticata. conservazione e riuso degli edifici di parma e provincia sottoutilizzati, non utilizzati o dismessi.
riqualificazione, recupero e riutilizzo degli edifici dismessi

Potrebbe interessarti: https://www.parmatoday.it/eventi/abitare-citta-dimenticata-lenz-teatro.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/ParmaToday
nella città ducale.

Oltre alla presenza di presidente e consiglieri dell'Ordine, di architetti, presidi di facoltà, soprintendenti, sono stati invitati tra i relatori cinque tra i candidati a sindaco di Parma, che sono: Vincenzo Bernazzol, Elvio Ubaldi, Roberto Ghiretti, Paolo Buzzi e Roberta Roberti.
Gli altri cinque, cioè Andrea Zorandi, Priamo Bocchi, Liliana Spaggiari, Federico Pizzarotti e Wally Bonvicini non sono neanche stati contattati.

Ma l'esponente del Carroccio, Zorandi, non ci sta: "Ritengo si tratti di un episodio increscioso da stigmatizzare e che non merita nemmeno di essere commentato. Le mie sono semplici scuse a tutti coloro che, amici, elettori o semplici simpatizzanti, si dovessero chiedere dov'è il candidato della Lega Nord".

Quindi il comitato elettorale di Zorandi ha contattato l'Ordine, ma "ci si è arrampicati, o almeno si è provato a farlo, sui classici specchi. 'Si è optato per chiamare coloro che si è ritenuti esser più rappresentativi', oppure 'Abbiamo invitato coloro che nell'ultima tornata amministrativa hanno riscosso il maggior numero di preferenze', queste sono state le risposte".

"Scuse - conclude il candidato sindaco della Lega - che evidentemente non convincono nessuno, probabilmente neppure chi ha cercato di recuperare, tardivamente, l'errore commesso. Un'occasione persa per dare voce a tutti coloro che tra poco più di cinque settimane si daranno battaglia per la poltrona di primo cittadino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Troppa Atalanta, il Parma si arrende: manita di Gasp, altro schiaffo

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 86 casi e un decesso

  • Cronaca

    Parma, sì ad altre riaperture. E da metà maggio coprifuoco posticipato

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento