menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pepén, il panino che fa storia in borgo Sant'Ambrogio

Lo 'spaccaballe' è un'istituzione

Una decina di sgabelli, un bancone affollatissimo e la coda che si protrae fino alla porta d'ingresso. C'è qualcuno che aspetta anche fuori, la fila da Pepén è lunga e questo testimonia solamente una cosa: che la materia prima è di qualità assoluta e che i panini di Giancarlo Peschiera sono eccellenti. Non c'è bisogno neanche di scriverlo perché basta andare un attimo in Borgo Sant'Ambrogio e vedere con i propri occhi. Vedere e assaggiare. Questo è il 64esimo anno di vita di un locale che ha sfamato parecchie generazioni di parmigiani. E se detta legge da così tanto tempo, beh, un motivo ci sarà. Situato a ridosso della centralissima piazza Garibaldi, è meta di ragazzi giovani, di famiglie, di lavoratori e di profili di ogni età. La pausa pranzo comoda e veloce piace a tutti perché, oggi come oggi, con i ritmi che corrono c'è sempre da 'scappare' e mai tempo per niente. Il panino rapido accontenta tutti anche perché si tratta di una soluzione gustosa e con differenti abbinamenti. Si può personalizzare a proprio piacimento e riesce a venire incontro a ogni tipo di richiesta, o quasi.t Il locale, aperto negli anni '50, in origine ospitava la compagnia dialettale dei fratelli Chierici. Era un prolungamento del teatro, se vogliamo, una sala dove si provava e dove ci si riuniva per progettare piece teatrali. Ci lavorava Giuseppe Chierici, detto Pepén, vezzeggiativo che poi è rimasto ed è entrato nell'immaginario collettivo. Da anni, lo storico paninaro è Giancarlo Peschiera che riesce ad accontentare tutti con la sua maestria e la sua simpatia. Una goliardia piacevole che ti accompagna a pranzo e a cena. Quando vuoi, insomma. E' celebre il suo 'scaccaballe' un panino con majonese, delle fette di pomodoro, qualche 'rondella' di arrosto e una foglia di insalata, ketchup e salsa piccante, a piacimento del cliente. C'è anche la Carciofa, la tradizionale torta rustica ripiena di carciofi, ricotta, uova e parmigiano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento