menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ESCLUSIVA | La 'Lunga attesa' dei Marlene Kuntz: "Sarà un concerto potente"

Il leader della band, Cristiano Godano, gongola: "Stiamo facendo un lavoro intensissimo e crediamo che a concerti così potenti e autentici in Italia sia assai difficile imbattersi"

E dieci! I Marlene Kuntz festeggiano il loro decimo disco, un lavoro pesante, faticoso che ha generato nella band l'entusiasmo di andare avanti e continuare a "fare musica senza ambasce particolari - dice Cristiano Godano a Parmatoday.it prima del concerto del Fuori Orario". E la "Lunga attesa" (questo il nome dell'ultima fatica) dei fans, è stata ripagata con un lavoro pieno di suoini groove e noise che contraddistinguono l'operato della band piemontese da 25 anni a questa parte. Dopo molte date in Europa, i Marlene Kuntz sbarcano in Italia e quindi nella location storica, che li ha visti protagonisti tante volte, del Fuori Orario. Prima del concerto abbiamo incontrato il leader del gruppo, chitarra e voce, Cristiano Godano. 

Questo è un periodo ricco di impegni per voi. Siete in giro ormai da un mese con il 'Lunga attesa Tour2016', come sta andando?

"Stiamo facendo un concerto intensissimo e crediamo che a concerti così potenti e autentici in Italia sia assai difficile imbattersi. E ci pare che chiunque venga a vederlo se ne esca mediamente con questa impressione".

'Lunga attesa' è un vero e proprio ritorno al rock e alle sonorità dei vostri primi album, cosa rappresenta, nel vostro percorso artistico?

"Per noi è semplicemente il decimo disco. Semmai è piuttosto impressionante che noi si sia arrivati a dieci dischi: a pensarci bene sono circa 130 pezzi, e ci viene da dire: wow!" 

Ci può raccontare un aneddoto o episodio che ha contribuito a sviluppare il vostro ultimo progetto?

"Non ricordo nulla in particolare: esiste una routine nell'affrontare una nuova sessione di registrazione, e tutta una serie di possibili accidenti o intoppi tendono a essere sistematicamente aboliti in partenza quando hai tanta esperienza alle spalle. Questo disco è nato davvero da persone capaci e molto concentrate: è filato via liscio, dalla fase creativa in sala prove alla realizzazione in studio".  

Da chi è nata l'idea (o da cosa?), originalissima tra l'altro, di rendere i propri fan protagonisti di un contest?  

"E' stata mia, a seguito di una intuizione connessa a una iniziativa che per un po' coltivavamo nella nostra pagina: ovvero il testo della settimana. Ogni settimana, il martedi, mettevamo un testo edito del nostro repertorio, per la sola lettura, senza la musica sottostante. Quando siamo arrivati in chiusura d'arrivo con il disco nuovo ho pensato che sarebbe stato curioso far leggere un testo inedito, anziché uno edito. Da lì a pensare che si poteva invitare i musicisti a musicarlo il passo è stato breve".

Perchè avete scelto"Fecondità" come singolo, prima dell'uscita dell'album?

"Ci è sembrato un pezzo in grado di testimoniare della presenza di un suono ruggente e noise (caratteristica principale del disco) ma con un tiro accattivante pieno di groove. Sono l'unico nel gruppo a sentirci qualcosa dei Red Hot Chilly Peppers, ma visto come è stato preso dal pubblico credo che smetterò di avere questa sensazione". 

Il Fuori Orario di Gattatico è una tappa quasi fissa nei vostri tour, siete stati a presentare "Nella tua luce", poi a festeggiare i 20 anni di "Catartica" e ora "Lunga attesa". 

"Speriamo che i gestori e il pubblico continuino a volerci sempre così bene da invitarci ogni volta: stiamo alla grande quando ci andiamo, prima, durante e dopo il concerto".

Una curiosità, è vero che il produttore di "catartica" voleva togliere "Lieve" dall'album? 

"No, non è vero. Ci dev'essere stato qualche piccolo tentennamento da parte di qualcuno di noi (non il sottoscritto), perché forse si temeva fosse troppo melodica". 

Progetti prossimi e futuri?

"Continuare a fare i musicisti nella vita, senza ambasce particolari".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Attualità

Scuola Bottego, piano allagato: gli alunni tornano a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento