menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

S-chiusi: riparte il viaggio teatrale nei negozi chiusi per crisi

La rassegna, partita nel dicembre 2013, si terrà dall'11 al 13 settembre a conclusione dell'Insolito Festival nei negozia di via Bixio, piazzale Picelli, via Imbriani e piazzale Bertozzi

Ritorna la rassegna S-chiusi, un viaggio teatrale nei negozi chiusi dell'Oltretorrente, che si terrà dall'11 al 13 settembre dalle 18 alle 22 a conclusione di Insolito Festival. Promosso dall’Associazione Micro Macro Festival, dal Teatro delle Briciole e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, con la partecipazione dell’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Parma, con il contributo di Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Fondazione Monte di Parma e Intesa San Paolo, in collaborazione con Confesercenti e UnipolSai Assicurazioni, l’itinerario di riscoperta e riapertura dei negozi avviene attraverso un percorso di brevi azioni teatrali.

Il progetto S-chiusi è partito nel dicembre 2013 nei negozio chiusi per crisi in via Bixio e quest'anno toccherà piazzale Picelli, via Imbriani e piazzale Bertozzi. Si tratta di azioni teatrali all'interno degli spazi ormai inutilizzati, un vero e proprio viaggio che ha la funzionalità di riaprire alcuni luoghi della condivisione e della convivialità, di invitare le persone che camminano per quelle vie a riappropriarsene. Non un evento, ma un’esperienza in bilico tra il teatro e l’accadimento imprevisto, fatta di tante stazioni, un’esperienza che vuole riaccendere la memoria collettiva su una ferita della città, che contribuisca a scongiurare il rischio dell’abitudine al declino, creando un momento simbolico di condivisione fisica ed emotiva di uno spazio urbano. Tutti gli eventi in programma saranno gratuiti e toccheranno i luoghi che hanno momentaneamente smarrito la loro identità. Il teatro entra nei negozi, legge e interpreta con il proprio vocabolario la dimensione del commercio.

Ecco allora un temporary shop realizzato da due santi anomali per soddisfare casi disperati, un negozio che recluta manichini, un altro che vende scarpe indossate da personaggi teatrali pronti a riprendere vita, ecco il magazzino sonoro che propone un percorso immaginifico tra suono e materia, l’attore che ha aperto una bottega di frutta e verdura con tutto quello che gli hanno tirato addosso in tanti anni di carriera, i ricordi del rapporto speciale che lega una nipote alla nonna e al suo negozio dimenticato. Non un negozio, ma un anomalo atlante potenzialmente infinito di oggetti quotidiani, è il Museo degli Oggetti Ordinari di Parma, progetto di ricostruzione dell’identità collettiva del territorio e per questo in perfetta sintonia con il senso del progetto S-chiusi, nel cui orizzonte di senso, si inserisce anche la riapertura dei locali del Complesso Romanini Stuard che ospitano per l’occasione questa collezione in progress, sempre aperta a nuove acquisizioni, inaugurata nell’ambito di Insolito Festival e riaperta per l’occasione.

Informazioni: tel. 0521 992044, www.insolitofestival.org.

Ecco il programma di S-chiusi:

Borgo Marodolo (Via Galaverna, 2)

ALL YOU CAN WISH

Negozio a cura di Chiara Renzi, Daniele Bonaiuti

Santa Rita e Sant'Antonio uniscono la loro beatitudine celeste per soddisfare le vostre richieste. Un temporary shop per casi disperati, apparentemente impossibili, calamità naturali, oggetti smarriti, matrimoni infelici. Offerte speciali per viaggiatori e zitelle.

P.le Bertozzi, 29/A

ELOGIO DEL MANICHINO

Negozio a cura di DispensaBarzotti

Cercasi personale per prossima apertura negozio di manichini.

“Fare i manichini vi renderà felici!” esorta il titolare che sembra più il domatore di un circo decaduto che il responsabile di un bazar... Riuscirà assieme al suo fido assistente a convincervi a candidarvi?

P.le Bertozzi, 27

SCARPE DIEM

Negozio a cura di Elisa Cuppini

Un’anima scalza, dall'identità incerta, riacquisterà voce e presenza indossando scarpe appartenute a molti personaggi teatrali. Saranno gli spettatori/clienti a scegliere, passo dopo passo, chi potrà di nuovo calzare la scena.

Via Imbriani, 45

SONORIA

Negozio a cura di Mirto Baliani

Un percorso immaginifico tra suono e materia in un inedito “magazzino” di oggetti sonori ideati da Mirto Baliani e Marco Parollo. Un suono “rosso” guiderà i partecipanti in una sorta di labirinto sensoriale.

Via Imbriani, 54 C

MEMORIE DI UN ATTORE S-FRUTTATO

Negozio a cura di Savino Paparella

Memorie di un attore s-fruttato è la bottega di un attore cane che in tanti anni di carriera, con tutta la frutta e verdura che gli hanno tirato addosso, si è aperto una bottega, catalogando tutto, battuta per battuta, pomodoro per pomodoro.

P.le Picelli, 7

LA VENDITRICE DI BOTTONI

Negozio a cura di Daniel Gol – Teatro Distinto

Una giovane donna ci racconta di un'anziana venditrice di bottoni, sua nonna .
Oggetti, suoni e parole per rievocare alcuni momenti importanti della loro vita insieme, del profondo legame che le ha unite, e della grande dedizione verso la ormai dimenticata bottega.

Via Rismondo 1 - Complesso Romanini-Stuard

MOOP - MUSEO DEGLI OGGETTI ORDINARI DI PARMA

In collaborazione con Ad Personam

Visite guidate alle 19, 20, 21.30

Riapre per S-Chiusi questo atipico museo, ideato da Théâtre de Cuisine e Teatro delle Briciole .  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento