da sinapsi group un carico di strumenti per la scuola di acquasanta

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Era conosciuta come “la scuola della banda”. Ma il terremoto si è portato via tutto: le mura, i banchi, le lavagne e persino l’identità di un istituto scolastico che faceva della musica un vanto. Perché il progetto di un complesso formato dai bambini dell’istituto comprensivo di Acquasanta Terme, fortemente voluto dal dirigente scolastico Patrizia Palanca e dal docente di educazione musicale Mauro Sabatini, senza gli strumenti musicali era impossibile da attuare. Oggi flauti e tromboni sono al loro posto, all’interno del laboratorio di musica della neo-inaugurata scuola antisismica: grazie a Parma, Acquasanta può guardare al futuro. Sinapsi Group, azienda di sviluppo commerciale, ha infatti deciso di investire il ricavato dell’asta benefica organizzata lo scorso 30 ottobre in occasione del Verdi Live Show in strumenti musicali da destinare alla minibanda. In quell’occasione, proprio Sinapsi, insieme a un’altra realtà locale, Coscelli e Fornaciari, aveva dato vita a una cordata solidale aggiudicandosi il busto di Verdi realizzato dall’artista Mauro Lampo per 4mila euro. Sabato una delegazione, guidata dall’amministratore unico Davide Battistini, ha raggiunto le Marche insieme ai musicisti in erba dell’orchestra giovanile Do Re Music diBusseto e al Nucleo di Protezione Civile Associazione Nazionale Carabinieri di Parma con un obiettivo su tutti: riportare la musica ad Acquasanta. Sono stati proprio i ragazzini parmensi a consegnare gli strumenti ai piccoli marchigiani, alla presenza del vicesindaco di Acquasanta Luigi Capriotti e dei rappresentanti dell’Arma dei carabinieri, e a offrire un emozionante concerto che si è concluso sulle note del Va’ Pensiero del Maestro Verdi. “Un momento da ricordare per tutta la vita” lo ha definito Davide Battistini. “Vedere i sorrisi sul volto dei bambini e dei loro genitori è stata una grandissima emozione. Siamo davvero felici di essere riusciti a fare qualcosa di concreto per questa scuola, di aver restituito a questa comunità un pezzetto di quotidianità: questo è il potere che ha la musica.”. “Un gesto che trasmette forza, coraggio e determinazione ai nostri ragazzi – ha commentato commossa la professoressa Palanca -. Con voi e grazie a voi ripartiamo con l’attività della nostra banda cercando di dare nuovo slancio e nuovo impulso a questi giovanissimi musicisti”. Perché i ragazzi di Do Re Miusic per i piccoli di Acquasanta sono un esempio da seguire. “E’ stata una giornata ricca di emozioni, commovente e toccante per un’associazione come la nostra, che è di promozione sociale e che crede nel potere della musica di costruire dei ponti, di abbattere i muri e di favorire la socializzazione – ha spiegato Giuliana Allegri, presidente di Do Re Miusic, che, al termine della cerimonia, ha donato alla scuola l’attestato di nascita e il testamento di Giuseppe Verdi – Abbiamo voluto dare il nostro contributo per ripartire e ricostruire inseme. Perché la musica fa questo”. Commosso anche il presidente dell’Nucleo Protezione Civile Associazione Nazionale Carabinieri di Parma Francesco Vignoli, che per primo ha raccontato la storia della scuola a Battistini, facendo poi da collante tra Sinapsi Group e Acquasanta Terme: “Il nostro compito è quello di aiutare le persone in situazioni difficili ed è bello riuscire ad essere utili e a dare il proprio contributo anche in momenti come questi”. Un piccolo passo verso la normalità: da oggi, grazie a Sinapsi Group, la scuola di Acquasanta torna ad essere “la scuola della banda”.
Torna su
ParmaToday è in caricamento