Giovedì, 29 Luglio 2021
Economia

30 giugno: sciopero dei lavoratori del settore igiene ambientale

Stop per l'intera giornata dei lavoratori addetti ai servizi di raccolta rifiuti e servizi correlati contro la norma del codice appalti

Anche a Parma, mercoledì 30 giugno saranno in sciopero per l’intera giornata i lavoratori addetti ai servizi di raccolta rifiuti e servizi correlati contro la norma del codice appalti, l’art. 177, che rischia di mettere in ginocchio l’intero settore se non verrà abolita o modificata nei prossimi mesi.

I sindacati di categoria saranno in presidio e manifestazione domani a Bologna, in piazza Roosvelt. L’articolo 177 del Codice degli appalti mette a rischio migliaia di posti di lavoro nel settore dei servizi ambientali poiché prevede un obbligo di esternalizzazione dell’80% delle attività delle società concessionarie quali ad esempio Iren ed Hera, per i servizi su rifiuti gas ed energia. Nel settore dei rifiuti, che già oggi presenta molti problemi di appalti irregolari e contratti al ribasso sulla pelle dei lavoratori, questa norma ci riporterebbe indietro di anni rispetto al percorso di reinternalizzazione che si stava tentando di percorrere con le nuove gare di concessione attivate in Emilia Romagna.

La norma impatterebbe molto pesantemente sia sui costi economici, obbligando le aziende a spezzettare rapidamente il servizio con gare al ribasso, sia sui costi sociali, anche “in previsione della perdita dei posti di lavoro e dell’applicazione contrattuale non di settore che ne deriverebbe”. Il comparto dei servizi ambientali è “stato fondamentale durante il lockdown e ha permesso al Paese, nel momento più duro, di continuare a conferire rifiuti senza nessun rallentamento del servizio di raccolta e di pulizia delle città".

I sindacati, dunque, chiedono alla politica “di intervenire immediatamente per evitare il disastro in un settore che nvece necessita di un piano complessivo di sviluppo in termini di impiantistica, tutela del lavoro, qualità dei servizi per i cittadini e un piano di recupero dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata che oggi è assente nella politica di sviluppo industriale del paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

30 giugno: sciopero dei lavoratori del settore igiene ambientale

ParmaToday è in caricamento