rotate-mobile
Economia

Assorbenti femminili: l'Iva passa dal 22 al 10%

Sugli scaffali degli oltre 350 negozi di Coop Alleanza 3.0, presenti dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia i prezzi di vendita degli assorbenti femminili sono già stati abbassati

Coop accoglie con favore il passaggio dal 22% al 10% dell’Iva sugli assorbenti femminili incluso nella Legge di Bilancio 2022: sugli scaffali degli oltre 350 negozi di Coop Alleanza 3.0, presenti dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia i prezzi di vendita degli assorbenti femminili sono già stati abbassati e adeguati al taglio dell’Iva previsto dal Governo.

La misura inclusa nella Legge di Bilancio 2022 è anche frutto di una mobilitazione collettiva che ha visto Coop Alleanza 3.0 impegnata direttamente con la campagna di Coop sulla parità di genere e inclusione “Close the Gap - Riduciamo le differenze”, nell’ambito della quale si è inserito il sostegno a “Stop Tampon Tax! Il ciclo non è un lusso”, la petizione promossa dal collettivo di giovani donne “Onde Rosa” sulla piattaforma Change.org (https://www.change.org/p/stop-tampontax-il-ciclo-non-%C3%A8-un-lusso).

Coop inoltre continuerà a vigilare che non ci siano rincari ingiustificati nel settore che vanifichino il taglio dell’Iva, garantendo dunque che il vantaggio che il Governo ha destinato alle donne italiane a loro arrivi realmente, e confida in un ulteriore abbassamento dell’aliquota al 4% come la petizione richiede.

La petizione anche grazie al rilancio da parte di Coop ha toccato le circa 680 mila firme on line a cui si sono aggiunte le 80 mila firme raccolte a fine ottobre in presenza da soci e volontari Coop in una rete di 260 punti vendita dislocati in 221 comuni.

Tra l’altro la petizione di Onde Rosa per abbattere l’Iva sui prodotti igienico-sanitari femminili è tra le più firmate della storia di Change.org in Italia: una partecipazione che testimonia quanto l’Iva al 22% sui prodotti igienico-sanitari femminili sia stata considerata dall’opinione pubblica come una forma inaccettabile e insidiosa di discriminazione.

“Close the gap - Riduciamo le differenze”

È dallo scorso marzo che Coop ha lanciato la campagna “Close the Gap” sull’inclusione di genere puntando in modo particolare alla parità di genere femminile, avviando progetti interni, percorsi formativi e coinvolgendo i fornitori di prodotto a marchio. Nessuna pretesa di risolvere un problema che necessita di molti diversi interventi e che non può essere solo affidato alle singole imprese, ma è la volontà di fare la propria parte che anima Coop.

Il sostegno a questa campagna ad alto valore etico è tra le manifestazioni concrete del Piano pluriennale di sostenibilità di Coop Alleanza 3.0 che allinea gli obiettivi strategici della Cooperativa con i 17 Global Goal previsti dall’Agenda ONU 2030. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assorbenti femminili: l'Iva passa dal 22 al 10%

ParmaToday è in caricamento