Barilla apre le porte: è il primo stabilimento in Europa visitabile con Google Maps

Barilla lancia "guardatustesso.it", una piattaforma digitale che integra servizi Google (Maps e Street View) e video di National Geographic Channel, e consente di entrare virtualmente in prima persona nella filiera di produzione dei sughi Barilla

Barilla lancia “guardatustesso.it”, una piattaforma digitale che integra servizi Google (Maps e Street View) e video di National Geographic Channel, consente di entrare virtualmente in prima persona nella filiera di produzione dei sughi Barilladalla raccolta delle materie prime nei campi, passando per la produzione fino al prodotto finito, pronto da gustare. Si tratta del primo caso in Europa per il mondo agroalimentare in cui il consumatore potrà visionare l’intera filiera produttiva, entrando virtualmente in uno stabilimento con Google Street View.

Leader nel mercato dei sughi pronti in Italia e in Europa, - con quote di mercato a volume rispettivamente del 32% e del 17% - attraverso questo progetto Barilla punta alla trasparenza mostrando la qualità e la cura che mette nella produzione dei propri sughi, che nascono da un’attenta selezione degli ingredienti e dall’utilizzo di tecnologie industriali di ultima generazione. Lo stabilimento apre le sue porte e mostra come ricette della tradizione Italiana si combinino con l’eccellenza industriale per un sugo buono e genuino, senza l’aggiunta di conservanti, come gli utenti avranno modo di scoprire visitando le varie sezioni 

“Questo nuovo progetto ha come parola d’ordine la trasparenza: apriamo le nostre porte alle persone, per mostrare loro la cura e l’attenzione che poniamo in ogni fase, dal campo alla tavola” dichiara Paolo Barilla, Vice Presidente del Gruppo Barilla Vogliamo mostrare come sia possibile creare un sugo buono, sano e senza conservanti aggiunti, partendo dalle materie prime selezionate, fino alla trasformazione in stabilimento mediante tecnologie innovative e di ultima generazione” 

Guardatustesso.it è una piattaforma digitale realizzata da Barilla in collaborazione con l’agenzia Young&Rubicam, in cui si illustra il modo di fare impresa di Barilla attraverso la trasparenza delle immagini a 360° gradi della tecnologia di Google Maps Street View e il linguaggio innovativo dei documentari di National Geographic Channel. Attraverso la tecnologia di Google Maps sono stati mappati i campi di pomodoro e di basilicodi una azienda agricola partner di Barilla per dare la possibilità alle persone di esplorarli virtualmente, così come lo stabilimento di Rubbiano (Parma) – inaugurato nell’ottobre 2012 -, dove la lavorazione delle materie prime, la cottura e l’imbottigliamento sono visibili in ogni National Geographic Channel, proposto agli abbonati Sky da Fox International Channels Italy, ha realizzato 6 documentari brevi da 3 minuti ciascuno, che rientrano nella linea del suo storico format Inside, in cui è offerto un inedito ed esclusivo dietro le quinte della filiera produttiva dei sughi Barilla. I documentari andranno in onda su National Geographic Channel e saranno visibili sulla piattaforma digitale guardatustesso.it così come all’interno del minisito

"La tecnologia offre oggi ad aziende e brand la possibilità di stabilire un rapporto diretto e trasparente con i propri consumatori - ha dichiarato Fabio Vaccarono, Country Director di Google in Italia. - Siamo felici di aver collaborato con Barilla per l’iniziativa guardatustesso.it che va proprio in questa direzione grazie all'integrazione della tecnologia di StreetView.” “Questa operazione rappresenta un esempio della capacità, unica sul mercato, di Fox International Channels di sviluppare modalità di comunicazione rilevanti per il pubblico ed efficaci per i brand in un momento in cui l’affollamento pubblicitario è ai massimi livelli – commenta Alessandro Militi, Vice President Marketing & Sales di Fox International Channels Italy. - Avere dalla propria parte l’autorevolezza di un brand leggendario come National Geographic Channel per divulgare i propri messaggi strategici rappresenta un’occasione unica per chi, come Barilla, ha capito quanto sia importante parlare ai consumatori con un linguaggio divulgativo e interessante che bypassi la modalità push dell’advertising. I consumatori vogliono e hanno bisogno di verità e trasparenza da parte delle marche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E questa è una cosa che, oggi, solo Fox con un marchio come quello di National Geographic Channel può mettere a disposizione di un consumer brand in televisione”. “Abbiamo creato una piattaforma aperta, in cui un mix di tecnologie e branded contents azzerano le distanze con il bisogno di informazione del mercato.” – commenta Vicky Gitto, EVP e Direttore Creativo Esecutivo di Y&R Group - “Si tratta di un progetto ambizioso che crea ulteriore valore per i prodotti, per la relazione con i consumatori e per l’azienda. Barillaancora una volta, conferma la propria tradizione di marca votata all’innovazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento