Barilla vende la consociata del pane Lieken: priorità a pasta e sughi

Tra gli obiettivi del gruppo parmigiano c'é quello di "consentire a Barilla di investire risorse importanti sulle attività più strategiche del gruppo, dopo i buoni risultati 2011"

Barilla mette in vendita la consociata tedesca Lieken Ag ed ha iniziato la ricerca di potenziali nuovi partner interessati all'acquisizione. Lo rende noto la società. Tra gli obiettivi c'é quello di "consentire a Barilla di investire risorse importanti sulle attività più strategiche del gruppo, dopo i buoni risultati 2011".

"Nell'ambito del piano di valutazione di nuove strategie e opportunità per il futuro di Lieken AG - è scritto nella nota della società italiana - Barilla ha iniziato la ricerca di potenziali nuovi partner interessati all'acquisizione della consociata tedesca. Il piano é rivolto ad assicurare a Lieken il partner adeguato per sviluppare una strategia di lungo termine valida per le specificità del business e, allo stesso tempo, consentire a Barilla di investire risorse importanti sulle attività più strategiche del Gruppo, dopo i buoni risultati del 2011".

Il Gruppo Lieken è leader nel mercato dei prodotti da forno in Germania. Basato a Duesseldorf, è stato acquisito dal Gruppo Barilla nel 2002, all'interno dell'operazione Kamps. Lieken produce e commercializza pane e prodotti da forno per la grande distribuzione e il dettaglio in Germania: da toast e sandwich a pani dolci e salati, da merende e torte a baguettes e pane in cassetta. "Lieken - ha affermato il presidente Guido Barilla - si caratterizza sempre di più come un business specificamente dedicato alle private label nella categoria del pane; un settore che non fa parte della strategia di lungo termine di Barilla.

Da ora in avanti la priorità per il Gruppo è investire sul nostro core business, concentrandoci sullo sviluppo di pasta, sughi e ready meals a livello mondiale - dall'America all'Estremo Oriente - e sostenendo le categorie dei prodotti da forno dei nostri marchi in Italia e nei principali Paesi europei". Poiché il contesto attuale in cui opera Lieken - spiega la Barilla - "é previsto essere oggetto di un ulteriore processo di consolidamento, gli asset di Lieken potranno essere meglio valorizzati da un nuovo azionista più adeguato per affrontare questo processo.

Seppure ben gestita e con un ottimo posizionamento sul mercato, riteniamo che un nuovo proprietario più affine alle specificità del business possa valorizzare ancora di più l'azienda". Rothschild e Rabobank sono state incaricate di seguire il processo per la selezione del miglior partner per Lieken AG, mentre a Roland Berger sono state assegnate la validazione del piano business e le attività di due diligence sulla parte commerciale dell'azienda. "A partire dalla scelta del miglior partner, faremo tutto il necessario per garantire un futuro prospero per Lieken" ha concluso Guido Barilla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento