rotate-mobile
Economia

Blocco dei tir, Barilla mette i dipendenti in cassa integrazione

L'azienda è stata costretta ad avviare le procedure di cassa integrazione per i lavoratori degli stabilimenti di Foggia e Caserta. Difficile la situazione produttiva a Pedrignano e negli altri siti

Lo sciopero dell'autotrasporto sta mettendo in seria difficoltà la produzione nei nove stabilimenti della Barilla. La situazione è in continua evoluzione, spiegano dall'azienda, ma già a Melfi e a Foggia si é arrivati al blocco della produzione. Manca l'approvvigionamento della materia prima in entrata, e il prodotto finito non può lasciare l'unità. La situazione è più critica al sud, ma senza cambiamenti si potrebbe arrivare anche al blocco di tutti i siti produttivi.

Anche nello stabilimento più importante di Barilla Spa, quello di Pedrignano in provincia di Parma, la situazione è particolarmente difficile. Per oggi la lavorazione è stata confermata su tutti i turni, ma non si esclude la necessità di uno stop già nelle prossime ore viste le difficoltà non solo di approvvigionamento delle materie prime ma anche per le merci in uscita stoccate nei magazzini interni.

E' dell'ultim'ora la notizia secondo la quale a causa del blocco dei Tir, la Barilla è stata costretta ad avviare le procedure di cassa integrazione per i lavoratori degli stabilimenti di Foggia e Caserta. Lo rende noto la stessa azienda.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco dei tir, Barilla mette i dipendenti in cassa integrazione

ParmaToday è in caricamento