rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Economia

Caro bollette, Ascom e Confesercenti promuovono un finanziamento agevolato con Confidi Parma

Il finanziamento è erogabile fino a un massimo di 50.000 €, per una durata massima di 36 mesi, con le seguenti banche convenzionate: Cariparma Credit Agricole, BPER Banca, Emil Banca, BCC di Rivarolo Mantovano, Banca di Piacenza, Credem, Cassa Padana

“Un aiuto concreto per le numerose imprese del territorio che cercano di affrontare la crisi ed il caro bollette”. È così che Pietro Elio Beltrame, Presidente di Confidi Parma, organismo promosso da Ascom e Confesercenti che garantisce la concessione di prestiti alle imprese iscritte e ai liberi professionisti, ha presentato in conferenza stampa il nuovo finanziamento agevolato, garantito all’80% e contro garantito dal Fondo Pmi, per far fronte alle eventuali necessità di liquidità aziendale. “Con l’aumento dei costi del gas e dell’energia elettrica, la pressione sulle imprese è insostenibile – ha commentato Pietro Elio Beltrame - Confidi Parma ha fortemente voluto un nuovo strumento finanziario che venisse incontro alle esigenze di tante aziende che, da un anno all’altro, stanno ricevendo bollette triplicate nell’attesa di un intervento di sistema per evitare la chiusura”.

Il finanziamento è erogabile fino ad un massimo di 50.000 €, per una durata massima di 36 mesi, con le seguenti banche convenzionate: Cariparma Credit Agricole, BPER Banca, Emil Banca, BCC di Rivarolo Mantovano, Banca di Piacenza, Credem, Cassa Padana. “Il finanziamento potrà essere richiesto sull’importo delle bollette ricevute da gennaio 2022 in poi – hanno aggiunto Claudio Franchini, Direttore Ascom, e Antonio Vinci, Direttore Confesercenti – In aggiunta, con l’intervento della Regione Emilia-Romagna, per le aziende che esercitano un’attività economica prevalente nei settori del commercio, del turismo, della somministrazione alimenti e bevande e servizi, o rientranti nell’Albo delle imprese artigiane con specifici codici ATECO, sarà anche possibile ottenere un rilevante contributo pari all’abbattimento del 4,5% del TAEG e quindi delle spese legate al finanziamento stesso che sarà quasi a tasso zero”.

“Sottolineo infine che questa misura è fondamentale anche per evitare che, non pagando le bollette ora, si incorra nel rischio di interruzione della fornitura di gas e luce o, peggio, di essere segnalati in un sistema che non consenta di accedere ad aiuti finanziari in futuro – ha concluso Pietro Elio Beltrame - Invitiamo quindi le imprese in difficoltà a recarsi presso gli uffici credito delle Associazioni di Categoria per richiedere informazioni e supporto per accedere al finanziamento”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette, Ascom e Confesercenti promuovono un finanziamento agevolato con Confidi Parma

ParmaToday è in caricamento