Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

Con Macfrut 2021 focus sull’Ortofrutta bisognosa di maggiore attenzione

Alle Fiere di Rimini il ritorno alla manifestazione più importante del settore in presenza coincide con la sottoscrizione davanti al Ministro dell’Agricoltura Patuanelli dell’accordo Farm To port per lo sviluppo del porto di Ravenna

La kermesse internazionale dell’ortofrutta Macfrut 2021 che si è  tenuta nei giorni scorsi alla Fiera di Rimini ha rappresentato, dopo un lungo e difficile periodo di purgatorio-obbligato, dovuto alle restrizioni emergenziali causa Covid, un entusiastico ritorno alle manifestazioni in presenza e alla possibilità di creare strette e proficue relazioni che solo il contatto diretto, pur nel rigido confine del protocollo delle restrizioni , può consentire. Macfrut Field Solution, oltre alla nutrita schiera di espositori tecnici e merceologici, ha fornito l’opportunità non scontata di approfondire lo stato di salute dell’intero comparto, di focalizzare i possibili antidoti e rimedi nel breve e medio termine per tutte le criticità che si abbattono, ormai endemicamente, sulle colture di pregio del nostro paese. I quantitativi di produzione dell’ortofrutta hanno infatti subito drastici ridimensionamenti causati dalle pesanti ripercussioni dei mutamenti del clima, sempre più imprevedibile e tra gelate improvvise, mancanza di approvvigionamento costante di flussi di risorsa idrica in determinate aree a forte vocazione agricola e l’ innalzamento delle temperature fino a 3 gradi ,oltre alle invasioni di insetti dannosi non autoctoni (cimice)  , disegnano un mosaico per lo più caratterizzato da criticità cui cercare di porre adeguato rimedio economico , di proporzionale indennizzo e pianificazione strutturale per il domani del settore, soprattutto in comparazione con la concorrenza di altri competitor europei e mondiali sui diversi mercati. Per l’intera durata della tre-giorni romagnola il dibattito tra istituzioni, associazioni agricole, consorzi di tutela e mondo della cooperazione ha messo al centro della discussione le strategie per mettere in sicurezza quanto prima un settore di reale eccellenza che nell’economia agroalimentare rappresenta un valore assolutamente irrinunciabile, ma bisognoso di maggiore attenzione. Rilevante per il pubblico anche la rinnovata partnership tra la Fiera Macfrut e ANBI l’associazione dei Consorzi di Bonifica. L’ANBI ha infatti realizzato uno spazio di confronto in cui l’approfondimento tematico ha toccato il sensibile e delicato rapporto tra risorsa idrica e agricoltura sostenibile. All’incontro di apertura ha preso parte il presidente della Regione Stefano Bonaccini e l’Assessore all’Agricoltura Alessio Mammi, il presidente di ANBI Francesco Vincenzi e il Segretario dell’Autorità Distrettuale del Fiume Po-MITE Meuccio Berselli. Un altro appuntamento particolarmente significativo è stato la sottoscrizione del Protocollo di intesa che, di fatto, avvia il progetto “Farm to Port” e che ha coinvolto il Comune di Ravenna, l’Autorità Portuale, la Regione Emilia Romagna e Coldiretti, accordo benedetto dall’intervento del Ministro dell’Agricoltura del Governo Draghi, Stefano Patuanelli. Nel corso del pomeriggio inaugurale il Ministro ha presenziato al focus organizzato da Coldiretti e coordinato dal giornalista Andrea Gavazzoli interagendo con numerosi qualificati relatori prima della relazione finale del presidente nazionale Ettore Prandini. Alla tavola rotonda sono intervenuti: Francesco Avanzini direttore generale di Conad, Marco Salvi presidente di FruitImprese, Daniele Rossi dell’Autorità portuale, Alessio Mammi e Andrea Corsini Assessori Regionali all’Agricoltura e alle Infrastrutture, Trasporti e Turismo e Paolo Bruni, Presidente di Centro Servizi Ortofrutticoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con Macfrut 2021 focus sull’Ortofrutta bisognosa di maggiore attenzione

ParmaToday è in caricamento