rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Economia

Fusione Arp e Consorzio Casalasco: un esempio virtuoso da portare a modello in tutto il Paese»

Il ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina accoglie con grande favore la recente operazione strategica nel mercato italiano del pomodoro. Costantino Vaia: «La nostra arma segreta si chiama "made in Italy"»

«Un esempio virtuoso per l’agricoltura italiana e, nello specifico, per il mercato del pomodoro. Si tratta di un vero e proprio modello di aggregazione, che porterò ad esempio a livello nazionale e che continueremo a sostenere». Lo ha affermato, con soddisfazione, il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina che, il 21 settembre, è intervenuto al padiglione Coldiretti di Expo Milano commentando la recente importante e strategica fusione di Arp con Consorzio Casalasco del Pomodoro. 

Oltre al ministro Martina erano presenti Costantino Vaia, Direttore Generale del Consorzio Casalasco del Pomodoro; Roberto Moncalvo, Presidente Coldiretti; Paolo Voltini, presidente del Consorzio Casalasco del Pomodoro e Presidente Coldiretti Cremona; Ettore Prandini, Presidente Coldiretti Lombardia; Simona Caselli, Assessore all’agricoltura, caccia e pesca, Regione Emilia Romagna. «Il nostro ministero sarà sempre a disposizione per questo genere di strategie sul territorio» ha concluso Martina. «Questo è un modello che ha dimostrato di saper funzionare, adattandosi, e che riteniamo sia da promuovere identico in tanti altri settori» gli ha fatto eco l’assessore Caselli.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione Arp e Consorzio Casalasco: un esempio virtuoso da portare a modello in tutto il Paese»

ParmaToday è in caricamento