Crac Parmalat: la procura chiede sanzioni e confische per 4 banche

Il pm Eugenio Fusco, oltre alla sanzione, ha chiesto che vengano confiscati 14 milioni di euro a Deutsche Bank, 70 milioni a Citigroup, 30 milioni e 705.000 euro a Bank of America e 5,9 milioni a Morgan Stanley

La procura di Milano, al termine della requisitoria del processo per aggiotaggio nel crac Parmalat a carico di quattro banche straniere, ha chiesto oggi la condanna degli istituti di credito a una sanzione di 900.000 euro ciascuna e alla confisca dei profitti ritenuti illeciti.

In particolare il pm Eugenio Fusco, oltre alla sanzione, ha chiesto che vengano confiscati 14 milioni di euro a Deutsche Bank, 70 milioni di euro a Citigroup, 30 milioni e 705.000 euro a Bank of America e 5,9 milioni di euro a Morgan Stanley.

La procura ha inoltre chiesto la condanna rispettivamente a un anno e un anno e quattro mesi per i due funzionari di Morgan Stanley imputati. Stesse richieste per i due funzionari di Deutsche, un anno e quattro mesi per il funzionario di Citigroup, mentre per il funzionario di Credit Suisse First Boston è stato chiesto il riconoscimento della prescrizione del reato.

Le banche sono state processate per la responsabilità amministrativa nei confronti delle condotte illecite dei propri funzionari per effetto della legge 231.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basket in lutto: muore la 18enne Alessia Zambrelli

  • Violenta una bimba di 8 anni nel suo negozio: arrestato commerciante 37enne

  • Terrore in A1, auto si schianta e si incendia vicino al treno deragliato: muore una 21enne parmense

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • "Furti nel parmense: attenti alla banda di ladri che gira a bordo di una Giulietta"

  • "Addio Alessia, che tu ora possa trovare la serenità"

Torna su
ParmaToday è in caricamento