rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Economia

Danni del maltempo dell'autunno 2023: il Consorzio di bonifica riporta in sicurezza strade e versanti montani del Parmense

Con il ripristino delle criticità nei territori di Bedonia, Berceto, Calestano e Felino la Regione ER rifonde all’ente consortile 155 mila euro per gli interventi di somma urgenza operativa

Sono 5 gli interventi urgenti portati a termine dal Consorzio della Bonifica Parmense nel comprensorio appenninico e pedemontano a seguito delle intense precipitazioni dello scorso autunno che, tra Ottobre e Novembre 2023, si erano abbattute sulle zone montane e dell’alta collina compromettendo le condizioni di sicurezza di strade e versanti: l’importo complessivo (155 mila euro) era stato finanziato dal Consorzio e viene ora rifondato dalla Regione Emilia-Romagna, che ha riconosciuto l’attuazione della “somma urgenza”, attivata dall’Ufficio tecnico consortile d'intesa con le rispettive amministrazioni comunali, per la necessità dell’avvio operativo.

Due di questi interventi infatti erano già stati completati nei giorni immediatamente successivi alle precipitazioni – la strada di Bonifica “Poggio Gabrielli-Seghino”, nel Comune di Berceto, colpita da una frana (25 mila euro); e la strada di Bonifica per il Castello di Ravarano, nel Comune di Calestano (30 mila euro), che presentava cedimenti al piano viario; sempre con la medesima procedura i tecnici del Consorzio hanno terminato altri tre lavori: la riparazione dei danni sull’area compresa tra Berceto, Calestano e Felino (35 mila euro); il ripristino della transitabilità sulla strada di Bonifica “Alpe-Passo del Chiodo”, territorio di Bedonia (40 mila euro); e i lavori a protezione della strada di Bonifica “Bergotto-Balvolara”, ancora a Berceto (25 mila euro).

“Le criticità emerse dopo i primi monitoraggi erano molteplici, ma abbiamo cercato di fornire una risposta rapida ed operativa grazie al nostro personale di zona e all’Ufficio tecnico consortile che hanno lavorato in sinergia con le singole amministrazioni comunali per una pronta e performante risoluzione – ha dichiarato Francesca Mantelli, presidente della Bonifica Parmense –. Un ulteriore, sentito ringraziamento va all’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile, coordinata dalla vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, Irene Priolo che, ancora una volta, non ha fatto mancare tutto il proprio sostegno ai territori appenninici e all’attività consortile”.

“Il 2023 è stato un anno complicato, caratterizzato da molteplici emergenze tra cui gli eventi meteo eccezionali di ottobre e novembre che hanno interessato anche l’Appennino parmense. La Regione da subito è stata al fianco dei territori colpiti, sia nella fase di gestione dell’emergenza che poi concretamente nell’affrontare le criticità aperte dagli eventi meteo – ha spiegato Irene Priolo, vicepresidente della Regione con delega alla protezione civile –. Come subito al Governo, a metà gennaio è stato riconosciuto lo stato di emergenza nazionale e in queste settimane prosegue il lavoro per arrivare in tempi rapidi all’approvazione del relativo Piano degli interventi, per proseguire nelle opere necessarie al ripristino delle condizioni di sicurezza del territorio”.

Corale la  soddisfazione espressa dai rappresentanti delle amministrazioni comunali coinvolte. “Un lavoro che ha visto diversi interventi che vanno a sistemare una delle strade di accesso alla Foresta del Monte Penna tra le più trafficate del comune di Bedonia”, ha commentato il sindaco di Bedonia, Gianpaolo Serpagli. Anche Luigi Lucchi, primo cittadino di Berceto, ha evidenziato positivamente l’operato dell’ente consortile: “Ancora una volta il Consorzio di bonifica, nei momenti di bisogno, lo senti vicino alle Comunità con interventi celeri e indispensabili. Purtroppo i danni sono stati tanti e servirebbero più risorse. Ringrazio i tecnici del Consorzio per la loro disponibilità e professionalità”. Gratitudine è stata espressa anche da Filippo Casolari, sindaco di Felino, altro territorio colpito duramente dalle precipitazioni del 30-31 ottobre scorsi: “Ringrazio a nome mio e dell'Amministrazione il Consorzio e il suo staff, per la prontezza della risposta, che si è tradotta nelle opere effettuate in via Costa, località Barbiano di Felino, per la messa in sicurezza del versante della strada e della carreggiata stessa”. Infine Francesco Peschiera, alla guida del Comune di Calestano, ha posto l’accento sulla sinergia tra Consorzio di bonifica e Comune che, sostenuta finanziariamente dalla Regione, ha reso possibile la tempestività degli interventi per ripristinare la percorribilità in sicurezza delle strade oggetto di intervento: “Quello che si può definire un ottimo lavoro di squadra per il quale mi sento di ringraziare il personale tutto del Consorzio e le imprese locali che si sono rese disponibili ad intervenire rapidamente in condizioni disagevoli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni del maltempo dell'autunno 2023: il Consorzio di bonifica riporta in sicurezza strade e versanti montani del Parmense

ParmaToday è in caricamento