Eridania Sadam al lancio europeo del 'Life Cycle Data Network'

A Bruxelles oggi, Eridania Sadam ha presentato i dati del suo studio di LCA, (Life Cycle Assessment - analisi del ciclo di vita di un prodotto) per lo zucchero sfuso come contributo all'iniziativa della Commissione Europea per un network di banche dati di analisi del ciclo di vita relative a varie tipologie di prodotti

In data odierna a Bruxelles, Eridania Sadam, la più importante azienda produttrice di zucchero di marca in Italia che fa capo alla holding Seci di proprietà del Gruppo Industriale Maccaferri di Bologna, ha presentato i dati del suo studio di LCA, in occasione della presentazione dell'iniziativa della Commissione Europea “life cycle data network” network di banche dati di LCA, acronimo inglese di Life Cycle Assessment (analisi del ciclo di vita di un prodotto), alla presenza dei Commissari Europei e di Riccardo Rifici del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, unico rappresentante di stato membro invitato ad intervenire all’evento.

Nel corso della giornata, in particolare è stato presentato il dataset dello zucchero sfuso, realizzato grazie alla collaborazione tra Eridania Sadam ed Ecoinnovazione Srl – spin off di ENEA -, ad esempio del lavoro svolto dalla Banca Dati Italiana di LCA. Il nodo italiano del Life Cycle Data Network dimostra l’interesse e la volontà delle imprese nazionali, in primis Eridania Sadam, di contribuire a dotare il paese di un’adeguata banca dati di LCA e la presenza di idonee competenze tecniche specialistiche.

Eridania Sadam, il cui stabilimento si trova a San Quirico, Parma, rappresenta una delle aziende leader che, assieme ad altri importanti gruppi industriali del settore agroalimentare italiano, ha collaborato in maniera importante all’iniziativa mettendo a disposizione i dati del proprio studio dettagliato di LCA, sullo zucchero sfuso e sullo zucchero Zefiro per analizzare gli impatti ambientali in tutta la filiera produttiva. A conferma del proprio impegno in campo ambientale e verso i consumatori finali, Eridania Sadam a San Quirico ha ottenuto la certificazione DAP (Dichiarazione Ambientale di Prodotto) per lo zucchero "Zefiro" (in data 09/12/2013) secondo gli standard: 
- EPD General Programme Instructions ver. 2.1 issued on the 18/09/2013
- Product Category Rules for refined sugar from sugar beet ver. 1.0 approved on the 18/09/2013"

Eridania Sadam ha da tempo attivato, con il supporto tecnico di Ecoinnovazione, il progetto “Dimostrativo di Banca dati italiana di LCA per il settore agroalimentare” relativo al calcolo dei principali impatti ambientali potenziali associati all’intero ciclo di vita dello zucchero sfuso.

Il Ministero dell’Ambiente si è impegnato attivamente in questa iniziativa, realizzando, con il supporto tecnico specialistico di ENEA, un dimostrativo di Banca Dati Italiana di LCA - attualmente limitato al settore agroalimentare - che entra a far parte come nodo nazionale del LifeCycle Data Network.

'Solo qualche mese fa – ricorda Massimo Maccaferri, Presidente del Gruppo Eridania Sadam – Eridania Sadam ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 22005:2008 per la rintracciabilità di filiera produttiva, da parte di DNV Business Assurance per lo zucchero Zefiro, la marca top quality di Eridania, che lo garantisce 100% italiano, controllato, tracciato e garantito. L’approccio eco-sostenibile e le strategie produttive e di sviluppo di Eridania Sadam sono orientate alla realizzazione di un modello di impresa eticamente responsabile rispetto alle tematiche ambientali. Il contributo dato all'iniziativa della Commissione Europea procede nel solco di questa filosofia'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con la Comunicazione della Commissione Europea “Costruire il mercato unico dei prodotti verdi”, l’Unione Europea ha avviato un percorso per promuovere la diffusione di strumenti e di comunicazione degli impatti ambientali di prodotti ed organizzazioni. Poter disporre di una banca dati di alta qualità è essenziale per facilitare la valutazione delle prestazioni dei prodotti e rendere maggiormente comparabili i risultati emersi dagli studi di LCA.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento