Inflazione: +3,4% su base annua: i prezzi continuano ad aumentare

Il costo dei beni e dei servizi a Parma è in continua ascesa. Se nel gennaio del 2011 avevamo parlato di record negativo per l'inflazione a +1,7%, alla fine dell'anno possiamo solo constatare che quel dato è raddoppiato

Spesa al mercato

In seguito alle rilevazioni condotte dagli addetti comunali, l’inflazione a Parma nel mese di Dicembre 2011 presenta per il NIC, indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, una variazione congiunturale (rispetto al mese precedente) pari a +0,5%, ed una variazione tendenziale (calcolata rispetto allo stesso mese dell’anno precedente) di +3,4%.

Con dicembre si chiude un anno caratterizzato da forti tensioni nella dinamica dei prezzi al consumo, da gennaio in poi si è assistito ad un progressivo aumento del valore tendenziale dall’inflazione salito dal 2,0% all’attuale 3,4%. In particolare Trasporti e Abitazione, Acqua, Energia elettrica e altri combustibili, concorrono per il 50% circa al conseguimento del dato finale: la causa è da ricercare non solo nell’incremento dei prezzi delle materie prime, ma soprattutto nelle misure governative di aumento delle accise sui carburanti. Tali provvedimenti, colpendo il settore del trasporto, hanno a loro volta trainato la divisione Prodotti alimentari e bevande alcoliche che, con il 3,0% di variazione su base annua, si colloca in terza posizione nella graduatoria dei maggiori incrementi, non considerando, a causa del limitato peso, il settore  Bevande alcoliche e tabacchi. Nel complesso per il 2011 l’inflazione nella nostra città, dovrebbe attestarsi, in attesa della validazione da parte di  Istat, al 3,0%, valore sensibilmente superiore al 1,7% registrato nel 2010. Relativamente al mese di novembre il dato definitivo per il NIC, indice dei prezzi riferito all’intera collettività nazionale, vede il dato di Parma allinearsi al dato nazionale: +3,3%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le principali variazioni su base congiunturale riguardano le classi Vegetali, +1,4%, Gasolio per riscaldamento, +1,3%, Carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati, +3,5%, Trasporto passeggeri su rotaia, +2,1%, Trasporto aereo passeggeri, +18,5%, Trasporto marittimo e per via d’acqua interne, +10,5%, Supporti di registrazione, +4,1%; Articoli di giardinaggio, piante e fiori, +2,9%, Pacchetti vacanza, +6,9%. Le diminuzioni più  significative riguardano Frutta, -1,3%, Grandi utensili e attrezzature per la casa ed il giardino, -1,4%, Apparecchi telefonici e telefax, -1,7%, Giochi giocattoli e hobby, -6,0%.

ln dettaglio, le più significative variazioni congiunturali (rispetto al mese precedente) positive riguardano le divisioni Trasporti, +2,1%, Ricreazione spettacoli e cultura, +0,7%, Prodotti alimentari e bevande analcoliche, +0,4%, Abbigliamento e calzature, +0,2%, con una variazione pari allo 0,1% troviamo Abitazione, Acqua, Energia elettrica e altri combustibili, Mobili articoli e servizi per la casa, Servizi ricettivi e di ristorazione e Altri beni e servizi. Con variazione nulla Bevande alcoliche e tabacchi e Istruzione. In diminuzione le divisioni Servizi sanitari e spese per la salute, -0,3%, e Comunicazioni, -0,1%.

Con riferimento all’andamento tendenziale (rispetto allo stesso mese dell’anno precedente) troviamo: Trasporti, +7,3% - Abitazione, Acqua, Energia elettrica e altri combustibili, +6,9% - Bevande alcoliche e tabacchi, +6,3% - Prodotti alimentari e bevande analcoliche e Abbigliamento e calzature, +3,0% - Mobili, articoli e servizi per la casa, +2,8% - Servizi ricettivi e di ristorazione, +2,7% - Altri beni e servizi, +2,0% - Servizi sanitari e spese per la salute +1,9% - Istruzione, +1,2%. Sempre su base annua le divisioni Comunicazioni, -3,1%, e Ricreazione, Spettacolo e Cultura, -0,2%, si confermano con segno negativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

  • Il contagio si espande: 13 nuovi casi nelle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento