menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mediopadana, incontro a Reggio Emilia. Pizzarotti: "Fare quadrato contro la crisi"

L'incontro di questa mattina in Municipio a Reggio Emilia ha sancito l'inizio di un percorso condiviso che potrà portare ad un confronto sull'area vasta mediopadana. Bernazzoli: "Tibre, c'è bisogno di un'azione urgente"

L’incontro di questa mattina in Municipio a Reggio Emilia ha sancito l’inizio di un percorso condiviso che potrà portare ad un confronto sull’area vasta mediopadana: una dimensione geografica racchiusa tra Milano e Bologna in grado di aggregare le potenzialità economiche, di mercato e di sviluppo dei comuni e delle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Mantova. La stazione della Mediopadana, quest’oggi al centro del dibattito di Piazza Prampolini, è stata considerata dai presenti come il punto di partenza per creare la rete di città e di territori sopra menzionata. In prospettiva futura l’obiettivo comune è fare Governance, convertendo le eccellenze e le potenzialità dei singoli territori in un’opportunità di attrattiva e crescita; lavorare in sinergia per essere più forti e riconoscibili in Italia e in Europa; infine cooperare tra i territori per un impegno progettuale comune come lo sviluppo e la competitività. 

All’incontro hanno partecipato i sindaci Federico Pizzarotti, Ugo Ferrari (Reggio Emilia), Giorgio Pighi (Modena) e l’Assessore alla Mobilità di Mantova Espedito Rose; i presidenti delle Province di Parma Vincenzo Bernazzoli, di Reggio Emilia Sonia Masini, di Modena Emilio Sabattini e di Mantova Alessandro Pastacci; erano inoltre presenti all’incontro gli assessori del Comune di Parma Gabriele Folli, di Reggio Emilia Mimmo Spadoni, di Modena Gabriele Giacobazzi, della Provincia di Parma Ugo Danni, della Provincia di Reggio Emilia Alfredo Gennari e il direttore della Mobilità e Infrastrutture della Regione Emilia 

BERNAZZOLI: 'PUNTI CENTRALI, AEROPORTO E TIBRE' . “E’ stato un confronto utile in cui ho posto all’attenzione delle altre istituzioni due questioni particolarmente urgenti che meritano l’attenzione da parte di tutti, soprattutto in un ragionamento di area vasta, l’orizzonte che considero, e non da oggi, più idoneo per costruire le giuste risposte per i territori. – spiega Bernazzoli – Ho richiamato in particolare l’attenzione sulle infrastrutture, settore nel quale possiamo insieme giocare un ruolo importante nel futuro del Paese. Per farlo è necessario garantire un futuro all’aeroporto di Parma, strategico per tutta l’area e su cui è necessario un impegno condiviso per mantenere in vita questo scalo. Ho poi sottolineato il tema della realizzazione della Tibre, il corridoio intermodale alla cui definizione sta da tempo lavorando il tavolo interregionale e interistituzionale. Su questo c’è bisogno di una azione urgente, e corale, per ottenere il ri-finanziamento della tratta di ferrovia Pontremolese Vicofertile-Parma”.

PIZZAROTTI: 'FARE QUADRATO CONTRO LA CRISI'. "Il progetto dell’area vasta – ha affermato Pizzarotti -, deve ridare dinamismo e sviluppo ad una macro-area fortemente colpita dalla crisi, ma che rispetto ad altri territori italiani si è sempre attestata come uno dei motori di crescita, in grado di competere con i più ricchi territori d’Europa”.  Su questo punto, al Tavolo non sono mancati riferimenti all’Aeroporto Giuseppe Verdi che, in sintonia con il percorso condiviso dell’area vasta “Si inserisce ottimamente in questo progetto di sviluppo, come altre infrastrutture e linee di comunicazione in grado di collegare con più efficacia i territori”. In chiusura Pizzarotti ha mandato un messaggio forte e chiaro: “L’esempio della cooperazione che oggi abbiamo toccato con mano tra le diverse istituzioni, al di là dei colori politici che ci differenziano, è di grande importanza simbolica, ed ha un solo obiettivo: fare quadrato contro la crisi economica. È su questo che la Giunta sta lavorando da più di un anno. Con il Turismo raggiungeremo importanti risultati, ma presto la cooperazione tra Comune e altre istituzioni, imprese e associazioni, interesserà anche altri settori. Prossimamente parleremo di Stati Generali come motore di rilancio per Parma”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 134 contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Omicidio di via Volturno: Patrick Mallardo non risponde al Gip

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento