menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meeting Giornata della Vacca Bruna:  Parmigiano Reggiano di miglior qualità con selezione genetica mirata e anche grazie ai mangimi non Ogm

I risultati del periodo sperimentale sono emersi durante l'incontro riservato agli allevatori di razza bruna del Nord Italia che si è tenuto nell'azienda agricola Valserena di Gainago di Torrile

La razza bruna è l’eccellenza per la produzione di un Parmigiano-Reggiano di ottima qualità. A tale risultato, però, si arriva puntando sulla ricerca genetica, volta a irrobustire la specie e a dare longevità e sull’alimentazione attenta delle bovine da latte, nuova frontiera in grado di incrementare ulteriormente il valore del prodotto latte e conseguentemente del formaggio. Un esempio concreto di programmazione scientifica in tal senso e di azienda già certificata non Ogm (Organismi geneticamente modificati), si può riscontrare nella azienda agricola Valserena di Gainago di Torrile dell’imprenditore Giovanni Serra che ha ospitato la Giornata della Bruna Nord. L’iniziativa è stata ideata da: Associazione nazionale allevatori razza Bruna italiana (Anarb) Centri Ia Polar e Superbrown, Associazione regionale allevatori (Ara) Emilia Romagna, Consorzio agrario Parma (Cap), Valserena srl, Emilcap (società che produce mangimi per i Consorzi agrari di CAE, CAP e Terre Padane) in collaborazione anche con Cantina Val Tidone, Crystalyx, Ecolab. All’incontro hanno preso parte oltre 150 allevatori, provenienti dalle zone di produzione del Parmigiano Reggiano, ma anche da varie aree del Nord Italia, alcuni dei quali premiati per essersi distinti in ambito selettivo. All’evento, risultato utile per fare informazione tecnico-scientifica e per  presentare i risultati concreti della selezione, sono intervenuti, tra gli altri:  Giorgio Grenzi, presidente e Carlo Fornari, responsabile zootecnico del Consorzio Agrario di Parma- Cap, Pietro Laterza, presidente e Enrico Santus, direttore Anarb (moderatore del meeting), Maurizio Garlappi, presidente Araer,  Andrea Summer professore Veterinaria Università Studi Parma, Peter Zischg di Superbrown e Andrea Sangonelli di Polar.

Laterza ha posto l’accento sull’importanza del Meeting, quale confronto su linee e indirizzi che l’Associazione di razza sta portando avanti. Garlappi ha sottolineato che la selezione e il miglioramento genetico sono in continua evoluzione.

.

Fornari  è entrato nel merito della razione alimentare delle vacche dell’azienda Valserena, in un’ottica di produzione già eccellente come quella della bruna, che viene ancor più valorizzata coi mangimi non Ogm, peraltro a difesa della nostra agricoltura.  .

Il professor Summer si è, invece, soffermato sulle caratteristiche qualitative del latte.

Presenti al meeting sulla razza bruna anche l’amministratore delegato di Emilcap Stefano Villa e il direttore Gian Domenico Fagandini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento