rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Economia

Operaio investito e ucciso alla Number, i sindacati: "La sicurezza sul lavoro richiede risorse e l'impegno di tutti"

Le segreterie territoriali Filt Cgil, Fit Cisl e Adl Cobas: "A Parma sono morte di lavoro 12 persone nel 2023"

"Apprendiamo, questa mattina, con estremo dolore, la notizia della morte di un lavoratore autista di una azienda di autotrasporto che svolge la propria attività presso i magazzini della Number 1 di Parma". Inizia cosi la nota delle segreterie territoriali Filt Cgil, Fit Cisl e Adl Cobas.

"Un’altra vita perduta, un altro dolore per un’intera famiglia che si doveva evitare! Come organizzazioni sindacali rivolgiamo prima di tutto il nostro pensiero alla vittima e ai suoi cari ed esprimiamo il cordoglio e la vicinanza di tutti i lavoratori. Le dinamiche dell’incidente sono al vaglio delle autorità giudiziarie.

"Da troppo tempo denunciamo la vera e propria emergenza che investe le sicurezza del lavoro ed anche in questa triste circostanza non possiamo non rinnovare la richiesta di un impiego maggiore di risorse per aggiornare le misure a tutela dei lavoratori. A Parma sono morte di lavoro dal 31/12/2022 al 31/12/2023, 12 persone. Il dato regionale complessivo vede rispetto al 2023 un aumento delle morti del 3,4%. La dignità di una persona passa dal lavoro, ma non c’è nessunaità nel mettere in pericolo la propria vita lavorando".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio investito e ucciso alla Number, i sindacati: "La sicurezza sul lavoro richiede risorse e l'impegno di tutti"

ParmaToday è in caricamento